Connect with us

News

Braglia scuote la testa: “Meritavamo di più, troppi errori individuali. E quel rigore…”

Terza sconfitta di fila e sempre più zona retrocessione. Il Cosenza esce senza punti anche dall’Arechi, nonostante il gol di Asencio potesse far presagire a un pomeriggio più dolce. E invece la rimonta granata affossa i calabresi, Braglia non può sorridere: “Abbiamo fatto degli errori, dei grossi errori – il commento del tecnico del Cosenza – La partita la stavamo controllando, il problema è che se sbagliamo una virgola veniamo puniti. È stato un peccato, perché al riposo potevamo andare 1-1 se non perdevamo quel pallone e la partita poteva essere gestita in modo diverso. Non stiamo facendo male, ma non facciamo risultato. Nel secondo tempo grande reazione, abbiamo giocato solo noi perché la Salernitana si è messa tutta dietro. Qualche punizione poteva esserci assegnata, ma lasciamo perdere questo discorso. Dispiace che abbiamo perso perché abbiamo fatto una bella gara”.

Nell’intervallo Braglia ha cambiato modulo, ma a suo avviso lo schieramento non ha compromesso il risultato: “Gli errori commessi sono tutti individuali e ci sono costati caro, il problema principale ce lo ha creato Lombardi. Non si doveva far partire, ma accorciare subito soprattutto in occasione del 2-1. È una sconfitta amara, ci dà noia perché è la terza di fila e non lo meritiamo. Sono ancora convinto che ci salveremo, stiamo facendo molto bene. Stiamo perdendo per colpa di errori arbitrali, anche oggi ci hanno dato un rigore e poi ce lo hanno tolto”. 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement
Advertisement

Altre news in News