Connect with us

News

Bocchini: “Ora ultima strappata verso la A! Primi 20′ contratti, poi lo sblocco…”

“L’ultima strappata per andarci a prendere la Serie A”. Riccardo Bocchini guarda già a Pescara, elogia i suoi e il gran cuore che anche oggi la Salernitana ha messo in campo. “La vittoria di oggi ci dà ulteriori motivazioni, a 95’ dalla fine siamo riusciti a vincere andando a prenderci il secondo gol nel finale, dopo 5’ di recupero: tutto questo pompa ulteriormente l’energia che abbiamo a livello fisico, mentale e motivazionale. È momento in cui tutta Salerno ha bisogno di ritrovarsi per andare ad aggredire come vogliamo noi la partita dell’Adriatico”.

La ricetta dell’allenatore in seconda granata, anche oggi in panchina al posto di un Castori ancora positivo al Covid e certamente sempre più leone in gabbia, è sempre la stessa. “L’Empoli ha vinto con merito il torneo, aveva perso solo 2 volte, nonostante il traguardo già raggiunto è venuto a giocarsela non appagato, anzi. Si è visto subito, ha impegnato Vid e lui è stato bravissimo. Avevamo preparato la partita così, come il campionato e i ragazzi. Avevamo detto loro di stare stretti, corti, di mettere grande intensità e gran voglia di vincere duelli, togliere palla agli avversari, di correre, spendersi e attaccare la porta. – continua Bocchini – All’inizio eravamo un po’ bloccati ma ci sta nello sport, finché la testa non trova un attimo di libertà. Sapevamo che i primi 20’ sarebbero stati così. Ma la squadra sa quello che vuole, anche oggi si è vista intensità, grande cuore e grande volontà di andare a vincere la partita. dal primo giorno a Sarnano abbiamo iniziato a spingere forte su teste e fisico. Il nostro calcio è questo, gli uomini che abbiamo scelto sono questi, poi ne sono arrivati altri per crescere come organico e caratteristiche. In ritiro la squadra ha iniziato a dare la disponibilità a quello che volevamo fare, a un obiettivo che tutti avevamo in testa. Chiaro che c’è uno step importante in questo campionato. La partita di Empoli dell’andata ci ha detto che noi dovevamo ripartire forte. Avevamo gran voglia, ci siamo guardati in faccia, dopo 3 sconfitte in quel modo la squadra ha trovato la quadra, soprattutto a livello caratteriale”.

Ma non è finita. La Salernitana ha bisogno di una vittoria per centrare la Serie A. “La partita di Pescara sarà come questa di oggi: noi andiamo lì a fare calcio per come sappiamo, con massima intensità, determinazione, due-tre concetti e niente di più. Dobbiamo spendere tutti noi stessi per fare un risultato storico. Tutti hanno dato tutto per regalare a Salerno questo obiettivo e faranno altrettanto: questo deve aumentare autostima, fulcro e motore di ogni atleta per trovare energie. Ci sarà un viaggio, il caldo, di fronte una squadra che vuole giocare: a noi interesserà solo la nostra volontà, quella di andare a fare l’ultima strappata finale verso il traguardo”, dice ancora Bocchini, prima di parlare anche di come ha vissuto lui questi 90′ in prima persona: “Cerco di viverla per sostenere i ragazzi, ho cercato di aiutarli e dire una parola per guidarli, ne hanno bisogno. Davvero stanno dando tutto ciò che hanno, stanno cercando di raschiare il barile, chi più chi meno, anche chi sta fuori incoraggia tutti. C’è stata grande crescita anche a livello di gruppo, di come lavorano e vanno a cercare di migliorarsi. Oggi quando abbiamo sbloccato la gara con Bogdan è diventata questione nervosa, non più di fatica. Ho visto solo tutti aiutarsi e cercare di avvicinarsi sempre più all’obiettivo”. Non sono mancati momenti di nervosismo anche nell’intervallo: “Quando la posta in palio è così alta è chiaro. Siamo uomini, il calcio storicamente è fatto di contrasti, competizione e quando l’obiettivo è talmente tanto importante è normale il nervosismo; una parola tira l’altra, è stata bravissima la terna arbitrale con i giocatori in campo eccezionali di entrambe le squadre. C’è stato un momento in cui uno di loro era a terra e abbiamo detto di buttare fuori, ma loro non hanno voluto e si è creato attimo di tensione che nel calcio ci sta”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News