Connect with us

News

B di nuovo a 22, stravolta anche la C: Bari e Avellino in pole per il ripescaggio

Pensavate d’aver visto tutto ed il contrario di tutto in un’estate in cui il pallone rotolante è diventato di colpo accessorio secondario del carrozzone calcio? Probabilmente vi sbagliavate. Perché da qui a stasera potrà accadere di tutto. Ma non solo. Entro la giornata di oggi il Collegio di Garanzia del Coni metterà la parola fine ai ricorsi e controricorsi segnando, con ogni probabilità, il ritorno della B a 22 squadre. Siena dentro, sarà bagarre tra le coppie Catania-Novara o Ternana-Pro Vercelli. Poche ore e sapremo tutto. O quasi.

Perché le indiscrezioni che si stanno rincorrendo nelle ultime ore hanno davvero del clamoroso e riguardano per una volta soltanto da spettatrice la serie cadetta. Perdendo tre partecipanti, la C sarebbe pronta a riaprire un apposito bando per ristabilire il format originario del campionato attraverso quattro ripescaggi. Bando a cui potrebbero accedere le compagini recentemente escluse dalla serie B, ma non solo. Secondo quanto sta circolando insistentemente, sarebbero cinque le squadre in corsa per quattro posti: Bari ed Avellino sarebbero in pole, a seguire Cesena, Modena e Messina. In tutto ciò, Gravina ha garantito il regolare inizio del torneo di C domenica al pari di quello di D che ha già visto stilati gironi e calendari. Un autentico pastrocchio, tre tornei completamente stravolti a metà settembre. L’ennesima pagina nera per il calcio italiano, la cui crisi (tecnica e dirigenziale) sembra aver intrapreso un tunnel senza via d’uscita.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News