Connect with us

News

Aya e Curcio sull’uscio, ma c’è da sfoltire. Club temporeggia: “Nessuno sul mercato”

Cedere prima di acquistare. L’imperativo del mercato di riparazione è tale anche a gennaio 2020 per la Salernitana, come per gli altri club di Serie B che devono rispettare i parametri economici indicati dalla Lega B, quest’anno piuttosto stringenti. Operazioni in entrata e depositi di contratti solo se effettuati in attivo di mercato: dunque, non è più una questione relativa soltanto alle disponibilità di cassa della singola società. A titolo esemplificativo l’Empoli – forte del paracadute post retrocessione dalla massima serie – ha infatti potuto agire con maggiori margini di movimento fin da subito e si è visto: ben 6 gli innesti per i toscani, tutti di gran qualità per la categoria (Ciciretti, Pinna, Tutino, La Mantia, Sierralta, Fiamozzi).

La Salernitana, che per la stagione 2019/20 ha fatto registrare un totale di 8,5 milioni di stipendi dei suoi calciatori, deve far quadrare i conti e ha sul groppone qualche centinaia di migliaia di euro di troppo. Ecco perché si attende l’alleggerimento del monte ingaggi per potersi impegnare nuovamente con altri calciatori. A breve il club dovrebbe riuscire a sbloccare le prime operazioni in entrata: l’anno scorso, ad esempio, il primo innesto fu ufficializzato il 16 gennaio, nello specifico Minala. Ci siamo quasi, se i tempi resteranno gli stessi, con Ramzi Aya e Felipe Curcio alla finestra (clicca qui per leggere l’articolo sull’ex bresciano) e virtualmente già granata, con accordi già chiusi.

Alessandro Rosina è in cima alla lista degli esuberi non tanto tecnici – è fuori rosa da luglio – quanto economici: il suo stipendio grava non poco sulle casse sociali della Salernitana, che non ha ancora trovato una soluzione con il fratello-procuratore del fantasista. C’è poi da attendere il caso Cerci, con l’ipotesi di riduzione… coatta del 25% del suo stipendio per l’arcinota vicenda relativa alla pubblicazione del referto medico non autorizzata sui social (le parti risolveranno la contesa al Collegio Arbitrale), le cessioni di Kalombo, Morrone, Firenze (ma anche altri elementi), il rinnovo di Odjer (con spalmature?) e probabilmente altre operazioni che consentiranno alla società di restare ampiamente nei rigidi canoni che la Lega B impone da un paio d’anni a questa parte.

Prima le cessioni, dunque. Anche se la società fa pubblicamente sapere altro: “L’U.S. Salernitana 1919, in relazione ad alcune notizie di calciomercato pubblicate in queste ore, comunica che nessun calciatore di interesse tecnico della Salernitana attualmente in rosa, ivi compreso Walter Lopez, è stato messo sul mercato, la nota integrale del club pubblicata nel primissimo pomeriggio sul proprio sito internet. Colpiscono la puntualizzazione su Lopez (in bilico con l’arrivo ventilato del pari ruolo Curcio) e la precisazione sui “calciatori di interesse tecnico attualmente in rosa”. Escluso Rosina, forse, magari anche Cerci che non si sta allenando col gruppo. E poi, chi altro non sarà di interesse tecnico?

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement
Advertisement

Altre news in News