Connect with us

News

Arbitri, il punto su Var ed episodi con la B: “Solo 5 casi offline sarebbero stati corretti”

Questa mattina si è tenuto un incontro tra la Commissione Arbitri Nazionale e i club della Serie B (connessi dirigenti, allenatori e capitani) in videoconferenza per fare il punto sulla formazione degli arbitri in vista dell’introduzione in serie cadetta del Var a partire dalla prossima stagione, ma anche a stilare un bilancio su quella in procinto di concludersi.
Per questo, dopo la presentazione iniziale del presidente della Lega B, Mauro Balata, Gianluca Rocchi (presente sabato all’Arechi, ndr) ha ricordato che finora sono state seguite nove partite “offline”, di cui l’ultima è stata proprio Salernitana-Monza. A queste se ne aggiungeranno altre tre: Empoli-Cosenza nella 36ma giornata, Frosinone-Vicenza nella successiva e Cittadella-Venezia nell’ultima. Nelle gare osservate finora allo scopo di istruire 48 arbitri e altrettanti assistenti sull’uso del Var ci sono stati 78 “check”, dei quali solo 5 sarebbero risultati in una correzione; viene spontaneo chiedersi se il contatto tra Gondo e Frattesi giudicato regolare in campo dal signor Abbattista fosse tra questi. In ogni caso, i numeri della stagione sono buoni secondo la linea che vuole adottare l’Aia: il designatore Nicola Rizzoli ha sottolineato che le espulsioni sono diminuite del 30% rispetto alla stagione precedente, mentre le ammonizioni del 6%. In netta riduzione anche gli episodi di condotta violenta, che hanno causato metà delle espulsioni rispetto all’anno scorso, e di comportamento antisportivo, calati del 30%. L’intervento dell’ex arbitro non si è fermato qui: ha concluso illustrando alle società varie casistiche di falli di mano e di interventi che costituiscono un rischio per l’incolumità dell’avversario. Si è trattato quindi di un sicuro aiuto alla quasi mai pacifica coesistenza di squadre e arbitri.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News