Connect with us

News

Altro giro, altra corsa e contestazioni. Lotito “sbatte la porta” nel gelo dell’Arechi: il match dei 5787 presenti

Bastano i 245 tifosi dell’Ascoli a scongiurare il minimo stagionale di presenze all’Arechi questo pomeriggio. Tifosi marchigiani compresi nel dato spettatori che ha contato 5787 sugli spalti dell’impianto di via Allende e che fanno superare di poco il numero di presenza ottenuto nell’ultima partita casalinga dei granata contro la Virtus Entella (5432). Una contestazione ancora una volta, allo stesso giro di boa degli scorsi anni. Cori contro la società, che arrivano forti e chiari dall’inizio alla fine del match, con uno striscione esposto al fischio d’inizio e con i fischi alla fine dei 96 minuti di gioco sul rettangolo verde. “Anche quest’anno il copione non è cambiato, stesse promesse.. stesso campionato” – si legge nel settore inferiore della Curva Sud Siberiano, che si svuota sempre di più. Nuovamente uno strappo da ricucire, si ritorna al punto di partenza e poi il silenzio. Silenzio assordante, che non riesce ad essere coperto nemmeno dalle urla di dissenso della torcida granata, delusa, stanca, forse addirittura anche abituata ed anestetizzata, che trova come “regalo” di Natale da scartare, la stessa situazione di sempre. Una posizione di mezzo, che non fa gola a nessuno. E i risultati si vedono, tra i numeri della prevendita, che – probabilmente – non affascina più nessuno. Così come la corsa al biglietto diventa una fatica inutile durante una settimana piatta, che esplode tra il sabato e la domenica e solitamente – almeno guardando ai risultati delle ultime partite degli uomini di mister Ventura – l’esplosione diventa di rabbia. Alla fine i giocatori vengono fischiati, il patron Claudio Lotito (presente in tribuna d’onore insieme al cognato Marco Mezzaroma) “sbatte la porta” e va via. Come in una pellicola dal finale sempre uguale, che sei costretto a rivedere, analizzare, spogliare, scrutare e nonostante la memoria non ti inganni speri che almeno i titoli di coda siano sempre diversi. Resta la delusione, oltre ai numeri, poveri di un sabato pomeriggio che preannuncia il mese di dicembre. E il silenzio, i fischi alla squadra, “Lotito via da Salerno”, un gol che rimane attaccato alle speranze di gloria e a cui si “attaccano” tutti, sempre per non parlare, per non dire di più, per non lasciare il segno (negativo) ancora una volta.

Di seguito il video di Claudio Lotito che lascia lo stadio dopo l’1-1 con l’Ascoli:

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News