Connect with us

News

Allenamenti collettivi, la nota del Cts: “Quarantena volontaria per atleti”

“Pur ribadendo che la documentazione dalla FIGC fornita è largamente lacunosa e imperfetta e che non si sono avuti riscontri adeguati ai rilievi sollevati e ribadendo che la realizzazione dei test molecolari sulle persone interessate alla ripresa degli allenamenti di squadra non devono minimamente impattare sul reagentario da dedicarsi in maniera assoluta ai bisogni del Paese, si riconosce l’importanza che questo sport riveste”. Questo il punto più importante della nota diramata dal comitato tecnico scientifico del Governo in relazione al via libera alla ripresa degli allenamenti collettivi a partire dal 18 maggio. Un ok, ma con prudenza: le società di calcio dovranno rispettare lo stringente protocollo di sicurezza per limitare i rischi.

“Il CTS prende atto che gli allenamenti di gruppo sono parte imprescindibile del percorso relativo alle attività agonistiche. – si legge ancora nel comunicato – Il proposito di mettere in quarantena non solo gli atleti, ma tutto il personale che fa parte di una squadra (medici sociali, massaggiatori, fisioterapisti, cuochi, etc) può rendere la ripresa degli allenamenti di gruppo medicalmente coerente con le indicazioni già fornite da questo CTS in merito alle misure per il contenimento epidemico. Il CTS sottolinea che, per avere efficacia, le misure di quarantena volontaria devono essere stringentemente rispettate sotto la responsabilità del medico sociale e del medico competente. È necessario che, tuttavia, qualora durante il periodo di applicazione delle misure previste in caso di quarantena volontaria – da rispettarsi sotto la responsabilità del medico sociale – anche un solo membro dell’equipe risulti positivo, tutti gli altri membri dovranno obbligatoriamente sottoporsi a isolamento domiciliare per i successivi 14 giorni”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News