Connect with us

News

Allegri prima del Villarreal: “Marzo momento decisivo, vogliamo due vittorie prima della sosta”

L’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, ha enfatizzato molto l’importanza di rimanere sul pezzo in questo particolare momento della stagione. Per il tecnico bianconero è qui che si traccia la linea sugli obiettivi che si possono raggiungere e le zebre sono in gioco su tutti i fronti. Per restarci sarà imprescindibile vincere le due partite che mancano prima della sosta per gli impegni delle nazionali, ovvero la gara di campionato contro la Salernitana domenica pomeriggio e quella di Champions League contro il Villarreal domani sera, entrambe in casa.

La squadra sta bene, siamo in un momento decisivo della stagione, perché a marzo si decidono i campionati, la Champions e la Coppa Italia – ha dichiarato il trainer livornese proprio nella conferenza stampa prima del ritorno degli ottavi di Champions – Mancano cinque giorni alla sosta e speriamo di arrivarci al meglio. Domani ne mancheranno tre, ma tutta la nostra attenzione deve andare sulla partita di domani e sul passare il turno. Quelli di Chiellini, Dybala e Bernardeschi sono tre ritorni importanti ma non hanno ancora i 90 minuti nelle gambe. Bonucci è out, ha un problema al polpaccio che non riesce a risolvere. Alex Sandro ha un problema al soleo quindi ho preferito non rischiarlo in modo da averlo per la prossima. Zakaria vediamo se recupera giovedì, altrimenti aspetteremo la sosta per recuperarlo al meglio. Cerchiamo di vincere le due partite che ci rimangono“.

Gli infortuni hanno fortemente condizionato la stagione della Vecchia Signora, così come l’inizio balbettante in campionato, ma anche se ne avesse la possibilità, Allegri non cancellerebbe nessuna di questi due incidenti di percorso: “Mi tengo sia gli infortuni che i primi tre mesi del campionato, perché senza quelli non saremo al punto dove siamo adesso. In questo memento stiamo bene, ma il pericolo è pensare oltre e a quello che potremmo fare, noi dobbiamo pensare all’immediato. L’immediato è domani, poi si vedrà, altrimenti si inizia a parlare di vittoria della Champions e vittoria dello scudetto. Così si perde equilibrio e ci si può far male. L’equilibrio ci dà forza e ci tiene saldi, senza sbalzi d’umore. Il nostro obiettivo, come per tutte le grandi squadre, è arrivare a marzo ed essere in gioco per tutto. Questo l’abbiamo fatto, adesso bisogna vedere se abbiamo la forza per arrivare fino in fondo“.

Il tecnico toscano poi continua: “Sono arrivato, dopo due anni che ero fermo, in una squadra che non conoscevo e abbiamo iniziato un percorso. Abbiamo fatto tutti degli errori, me compreso, e adesso siamo arrivati a un buon punto di questo percorso. Però non basta, perché siamo a marzo e siamo nel momento decisivo. Tutti gli anni è così e dobbiamo essere diversi da come siamo da settembre a febbraio. Domani la partita più delicata? Da settembre a febbraio ci si diverte e si gioca per mettere le basi che servono a questo punto, a marzo c’è da divertirsi perché ci si gioca tutto e c’è da vincere, quindi da ora in avanti tutte le partite saranno delicate. Il pallone diventa più piccolo e più pesante, ma per i calciatori è divertente e straordinario vivere questo clima di attesa e di attenzione. Bisogna rimanere focalizzati sul raggiungere gli obiettivi“.

 

 

 

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News