Connect with us

News

Agostinelli, ritorno all’Arechi 12 anni dopo in altra veste: “Salernitana ha qualità, Cerci deve ritrovarsi”

Erano trascorsi ben dodici anni e mezzo dall’ultima volta in cui Andrea Agostinelli aveva messo piede allo stadio Arechi: il 21 gennaio 2008 e all’epoca era padrone di casa, visto che allenava la Salernitana che pareggiò 1-1 contro il Crotone in C1. Una settimana dopo, con il ko per 4-2 a Taranto, sarebbe stato esonerato… pur essendo capolista. Ieri il biondo tecnico è tornato come ospite in tribuna stampa, da commentatore tecnico di Rai Sport al fianco del telecronista Giuseppe Galati per il match contro la Cremonese. Nell’arco dei novanta minuti l’ex allenatore della Triestina ha detto la sua sui granata di Ventura: “Sono tornato a Salerno dopo tanti anni, questo stadio fa sempre un certo effetto, peccato non ci siano i tifosi che sono importantissimi per la Salernitana. La squadra è nei playoff e deve continuare a fare punti da qui alla fine, se vuole restarci. La rosa è di assoluto valore, con dei singoli importanti e dei ricambi validi. Djuric è un giocatore importante, preoccupa le difese avversarie per la stazza e il modo di interpretare il ruolo, Jallow è uno rapido e bravo nell’uno contro uno. A centrocampo c’è Maistro che è giovane e ha tanta tecnica, anche Giannetti è bravo. Cerci lo conosciamo, può creare superiorità numerica, ha qualità indiscusse. Ventura lo conosce bene, ma il calciatore deve avere più continuità, si è un po’ dimenticato di ciò che ha fatto in passato. Lombardi sta facendo un grande campionato, è un esterno di qualità e anche corsa. Ha commesso un’ingenuità, con un gesto sconsiderato. I suoi erano in superiorità numerica e potevano vincere, per questo è un punto guadagnato per la Salernitana e uno perso per la Cremonese che ha molto da recriminare. Questi punti presi così possono fare la differenza a fine torneo”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News