Connect with us

News

A Vasto anche l’ex meteora granata Lemme: “Un mistero come Tudisco e Pisano non abbiano giocato in A”

L’ultima amichevole del ritiro della Salernitana prima di tornare a casa a preparare l’esordio in Coppa Italia é stata con la Vastese. La gara, vinta per 4-0 dai granata, l’ha seguita anche l’ex attaccante della Salernitana Mario Lemme, che è nato e vive proprio a Vasto. “Qui ho una scuola calcio per ragazzi a partire dai 2003 – racconta l’ex calciatore a Radio Bussola 24 – Vado allo stadio ogni domenica. Quest’anno la Vastese ha fatto una squadra per fare un campionato di vertice, sarebbe bello vederla in Lega Pro. La partita con la Salernitana è solo per mettere minuti nelle gambe dei giocatori, con i granata ci sono due categorie di differenza“.

Anche la Salernitana ha intenzione di fare un campionato di vertice e secondo Lemme l’apporto dei tifosi sarà un aiuto in più: “Non vado molto appresso al calciomercato. Però dipende da come inizia la stagione perché se si accende la piazza i giocatori possono essere trascinati verso grandi traguardi. Vedo spesso la Salernitana e la curva mi fa sempre venire i brividi“.

Uno degli ultimi tasselli da aggiungere alla squadra dovrebbe essere l’attaccante Milan Djuric, che l’ex granata giudica in base alla propria esperienza nel ruolo: “A me piace come giocatore, è uno che si spende per la squadra, la fa salire e protegge palla, poi si fa valere di testa e ha fatto gol importanti. Per valorizzarlo al meglio devono andare molto sulle fasce e crossare al centro, sicuramente il mister lo farà, mettendogli anche affianco un attaccante di raccordo magari”.

Infine momento amarcord, con Lemme che ricorda la stagione in granata e i suoi compagni di squadra: “Ho ricordi bellissimi della piazza, una delle più passionali. Anche se non trovai tanto spazio quell’anno, segnai all’esordio, ma poi mi infortunai e nel frattempo la squadra andava a mille. Ricordo quel gol, segnai da calcio d’angolo e mi portarono in braccio sotto la curva. Era una squadra piena di gente che ha fatto carriera in massima serie, Fresi, Chimenti, Strada, Iuliano. Invece è un mistero come non ci siano arrivati Tudisco e Pisano. Quella squadra aveva a centrocampo Strada Tudisco e Breda, poi davanti Pisano era un cobra, quando la palla arrivava in area era gol. Oggi giocherebbero in Serie A“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News