Connect with us

News

Zini tabù: 10 precedenti a Cremona, mai un hurrà (e tanti rossi). Quel rigore fallito da Kiyine…

Quella di sabato sarà l’undicesima partita sul campo della Cremonese per la Salernitana. Il bilancio, finora, è di cinque sconfitte e altrettanti pareggi: il cavalluccio non è mai riuscito a espugnare lo stadio Giovanni Zini. Se non altro, negli ultimi quattro precedenti, i granata hanno sempre portato via il punticino. Da segnalare l’allergia al prato cremonese dal punto di vista disciplinare: negli ultimi cinque match disputati a Cremona, la Salernitana ha collezionato complessivamente il poco lusinghiero numero di ben 7 cartellini rossi.

Il primo viaggio a Cremona è datato 12 dicembre 1948. Nel torneo di B, da neoretrocessa, la Salernitana incappò in kappaò per 3-2: doppietta di Zanini e rigore di Paulinich per i padroni di casa, di Bruno Gerzelli e Domenico De Vito invece le marcature campane. Non andò meglio nell’annata successiva, 2-1 per i lombardi: a segno Rinaldo Settembrino per gli ospiti, accorciando le distanze rispetto alle segnature di Masoni e Barbera. Medesimo risultato nel torneo cadetto 1959/51: doppio Frandsen per la Cremonese, gol di Antonio Giorgetti per i granata. A fine stagione i grigiorossi retrocessero in terza serie, dove le due compagini si ritrovarono avversarie nei campionati 1956/57 (1-0 per la Cremo, gol di Zaramella) e 1957/58, annata del primo punto salernitano: uno scialbo 0-0.

Una lunga pausa e poi l’incontro del campionato di Serie B 1990/91. Altro ko per la Salernitana: l’argentino Dezotti e un’autorete di Ceramicola punirono la compagine di Ansaloni, per la quale lo stesso Giampaolo Ceramicola accorciò le distanze. La Salernitana rimase pure in inferiorità numerica a causa dell’espulsione di Pisicchio a una dozzina di minuti dal termine. Con la retrocessione dell’ippocampo e la promozione in A dei lombardi, le due squadre si ritrovarono dopo ben sei anni: fu pari a reti bianche il 2 marzo del 1997, quando la gara fu disputata in notturna per consentire la rimozione di un ordigno bellico ritrovato a Cremona. A fine stagione i grigiorossi tornarono in C1.

Nel 2010/11 in Prima Divisione un punto epico conquistato dalla Salernitana allo Zini: in vantaggio con una splendida pennellata su punizione del peruviano Roberto Merino, gli uomini all’epoca allenati da Breda subirono il pari locale firmato Vitofrancesco ma riuscirono a resistere fino alla fine addirittura con tre uomini in meno a causa dei cartellini rossi mostrati sotto ai nasi di Pestrin, Montervino e Peccarisi. Due stagioni fa, le due squadre tornarono a sfidarsi in B. Fu 1-1 firmato Joseph Minala, per il momentaneo vantaggio campano, e Michele Canini. La Salernitana non sfruttò l’occasione per tornare in vantaggio: Sofian Kiyine – che domenica avrà la possibilità di riscattarsi – fallì un penalty e sulla ribattuta Bocalon colpì l’incrocio dei pali) e rimase in dieci uomini nella ripresa a causa dell’incomprensibile episodio di nervosismo di Popescu, che fu espulso per aver piazzato un dito nell’occhio all’avversario Piccolo, spintonando poi anche il compagno Casasola. Infine, il match della scorsa stagione, che si giocò sotto la pioggia: altro segno X, niente gol e un altro cartellino rosso (Schiavi a tempo scaduto per aver messo le mani sul petto dell’arbitro durante alcune proteste), con i granata che reclamarono per un contatto in area ai danni di Djuric su cui l’arbitro Guccini decise di sorvolare. Di seguito il tabellino di quel match, datato 6 ottobre 2018:

TABELLINO  –  CREMONESE-SALERNITANA 0-0 (2018/19)

CREMONESE (4-3-3): Radunovic; Mogos, Claiton, Terranova, Renzetti (34′ st Migliore); Croce, Greco, Arini; Castrovilli (45′ st Kresic), Paulinho, Perrulli (27′ st Carretta). A disp: Ravaglia, Volpe, Brighenti, Marconi, Castagnetti, Strefezza, Del Fabro, Emmers, Boultam. All: Mandorlini

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Mantovani, Schiavi, Gigliotti; Casasola, Odjer (6′ st Akpa Akpro), Di Tacchio, Castiglia, Vitale; Jallow (43′ st Bocalon), Vuletich (22′ st Djuric). A disp: Vannucchi, Pucino, D. Anderson, Bellomo, Palumbo, Migliorini, Orlando, Perticone, Mazzarani. All: Colantuono

Arbitro: Guccini di Albano Laziale (Rossi/Schirru). IV uomo: Miele di Torino

NOTE. Ammoniti: Odjer, Di Tacchio e Akpa Akpro (S); Espulso Schiavi (S) al 50′ st. Angoli: 10-2; Recuperi: 1′ pt – 5′ st; Spettatori: 7629 di cui 767 da Salerno, incasso 52442 euro.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News