Connect with us

Giovanili

VIDEO. Salernitana Primavera ko, al ‘Volpe’ passa il Perugia

SALERNITANA-PERUGIA 2-3 – 5° GIORNATA CAMPIONATO PRIMAVERA 2

SALERNITANA: De Matteis, Marangoni, Perrone, Russo, Tumminelli, Motoc, Palmieri (6’ pt Cipriani 12’ st Milano), Visconti (28’ st Sabatino), Cannavale (12’ st Lanari), Bammacaro (28’ st Grasso), Saponara. A disp: Sorrentino, De Lorenzo, Siena, Boiano, Giardinetti, Guerra, Petriccione. All. Procopio.

PERUGIA: Moro, Pupo Posada, Grassi, Mussi, Baldi, Menci, Mabille, Fabri, Seghetti (38’ st Biondelli), Morina (20’ st Angelini), Bevilacqua (20’ st Cicioni). A disp: Zizzania, Del Prete, Boli Franck, Lo Giudice, Paladino, Capogna, Elefante. All. Formisano.

ARBITRO: Iacobellis di Pisa (Terenzio/Decosato)

NOTE. Marcatori: 16’ pt Bammacaro (S), 34’ pt Seghetti, 2’ st aut De Matteis, 8’ st Bevilacqua (P), 11’ st Motoc (S). Angoli: 3-4; Ammoniti: 29’ pt Marangoni (S), 10’ st Bevilacqua (P), 26’ st Seghetti (P), 26’ st De Matteis (S), 45’ st Perrone (S); Recuperi: 1’ pt, 5’ st.


Battuta d’arresto per la Salernitana Primavera di mister Procopio. Al Volpe i 3 punti se li aggiudica il Perugia, che scavalca proprio i granata in classifica, al termine di un match fisico e denso di polemiche. Partono subito forti gli ospiti e al 12’ doppia occasione per loro, prima con Fabri che calcia direttamente da corner, ma De Matteis non si fa trovare impreparato, poi sul calcio d’angolo seguente, Baldi stacca di testa, ma la palla si spegne alta sopra la traversa. Al 16’ Marangoni si invola sulla fascia destra e serve con un cross preciso Bammacaro che, lasciato solo al centro dell’area di rigore perugina, stacca di testa e la insacca alle spalle di Moro. I padroni di casa falliscono il raddoppio al 18’ quando il capitano Cannavale, lanciato in contropiede, trova Bammacaro sulla sua destra che si fa ipnotizzare da Moro; in seguito Saponara tenta la ribattuta ma viene murato dai difensori ospiti. Si ha l’impressione di una Salernitana più cinica e concreta rispetto agli ospiti, Salernitana che si affaccia ancora in avanti al 21’: Russo allarga per Saponara che prova il destro dalla lunga distanza, ma il pallone finisce largo alla destra della porta perugina. Stesso asse tre minuti più tardi: giocata di pregevole fattura da parte di Russo che riesce anche a servire Saponara, che tenta la girata di destro, ma la conclusione viene arginata dai difensori ospiti e diviene innocua per Moro.

Ancora una volta Saponara al tiro per i granatini al 30’, dopo l’offensiva avviata sulla sinistra da Visconti, che salta un difensore e trova libero in area l’11 granata che fa partire una conclusione che va a lambire l’incrocio dei pali. Il Perugia non demorde e – quando meno te lo aspetti – piazza il colpo del pari: al 34’ Mabille sulla sinistra fa partire un gran cross che trova in area di rigore Seghetti che, lasciato inspiegabilmente libero dai difensori granata, trova il gol del pareggio per gli ospiti in girata. Quattro minuti più tardi gli umbri falliscono il sorpasso con un cross di Posada, che trova Mabille libero di saltare e mirare la porta, ma la palla si spegne larga alla destra della porta difesa da De Matteis. Idem prima dell’intervallo: Mussi al 45’ allarga per Grassi che crossa in mezzo dove trova Morina che stacca più in alto di tutti di testa e va vicinissimo al bersaglio grosso se non fosse per Motoc che salva sulla linea di porta sventando il possibile vantaggio perugino.
Nel secondo tempo la squadra di casa cede. Ad inizio ripresa Morina vola sulla fascia e crossa in mezzo e De Matteis, uscendo di pugno per cercare l’impatto col pallone, compie uno sfortunato quanto incredibile autogol che porta gli ospiti in vantaggio. Dopo una respinta della difesa granata, all’8’ Bevilacqua raccoglie il pallone e con una strepitosa serpentina salta l’intera difesa avversaria e calcia col destro un missile imprendibile per De Matteis, ospiti che si portano sull’1-3.

La Salernitana reagisce e all’11’ Motoc su calcio di punizione da metà campo trova un’incredibile tiro che beffa Moro e si insacca alle spalle di quest’ultimo. Al 24’ Perugia pericoloso: Pupo Posada ne salta addirittura tre in area di rigore granata con tanto di tunnel e crossa in mezzo per Grassi che va vicinissimo al gol che avrebbe probabilmente tagliato le gambe alla Salernitana, ma la palla si spegne larga alla destra della porta difesa da De Matteis. La squadra di Procopio si getta alla ricerca del pari nel finale: è il minuto 41’ quando Russo batte un calcio di punizione insidioso e un difensore perugino rischia seriamente di buttarsela dentro, con il pallone che va a lambire il palo sinistro della porta difesa da Moro. Due minuti più tardi il pareggio in realtà arriva ma viene annullato per carica sul portiere del Perugia.

A cura di Dario Perriello


Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili