Connect with us

News

Upgrade Karo, dallo scetticismo alle certezze. Ora sogna esordio in Nazionale

Scetticismo misto a curiosità. Queste le sensazioni generali all’arrivo in estate a Salerno di Andreas Karo in prestito dalla Lazio che lo ha acquistato per una cifra importante (3 milioni di euro) dai ciprioti dell’Apollon Limassol. Il centrale aveva palesato qualche leggere difficoltà nelle fasi iniziali del ritiro precampionato e nei primi test amichevoli. Il campo, come sempre giudice supremo, sta dicendo tutt’altro adesso, dopo quasi tre mesi di lavoro alla corte di Gian Piero Ventura.

Dopo un non facile ambientamento iniziale, dovuto chiaramente all’adattamento al calcio italiano, alla non padronanza della lingua e ad una struttura fisica imponente (190 cm per 80 kg) che necessitava tempo per trovare la forma giusta, lo stopper si sta rivelando una vera e propria sorpresa. Partito come riserva, gli infortuni del reparto arretrato gli hanno regalato spazio e lui ha saputo sfruttare le chances. Le prove non convincenti con Catanzaro, Lecce e Pescara nelle quali ha mostrato qualche calo di concentrazione di troppo e difficoltà nel gestire il pallone gli sono servite per prendere le misure. Da Cosenza in poi, il livello delle sue prestazioni è esponenzialmente cresciuto. Il cipriota – pur non essendo in possesso di tecnica sopraffina – non è più quel calciatore spaesato dell’inizio, ma decisamente più attento, determinato, intelligente con la palla tra i piedi e anche decisivo come a Trapani, quando ha sbarrato la porta al tentativo da lontano di Pettinari, dopo un disimpegno sbagliato di Micai. Idem domenica a Livorno con l’anticipo preciso ad inizio match su Marras. Certo, proprio all’Ardenza nel finale ha rischiato di rovinare tutto con un liscio clamoroso nel recupero, sul 2-3. Un motivo in più per continuare a ricercare miglioramenti.

Il dato singolare è che, con il classe ’96 in campo, la Salernitana non ha mai perso, o quasi. Contro il Benevento, infatti, Karo lasciò il campo per infortunio al minuto numero 58: i gol ospiti realizzati da Viola e Sau, casualmente o forse no, arrivarono qualche minuto dopo (61′ e 65′). Ora Karo attende con ansia l’esordio in Nazionale, visto che finora ha sempre scaldato la panchina quando è stato chiamato a difendere i colori della patria: a stretto giro saranno diramate le convocazioni, lui dovrebbe rientrare nel novero dei precettati per la doppia sfida contro Kazakistan e Russia (10-13 ottobre).

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News