Connect with us

News

Schiavi, compleanno e prima all’Arechi da ex? Cosenza in affanno, Mbakogu ritrova suo mentore

Alle soglie del trentacinquesimo compleanno, potrebbe toccargli la prima partita allo stadio Arechi da avversario. Raffaele Schiavi spegnerà le candeline il 15 marzo e due giorni prima dovrebbe tornare titolare nelle file del Cosenza, proprio contro la squadra in cui è cresciuto – esordendo in cadetteria nel 2004/05 – e nella quale era tornato a distanza di dieci anni dal suo addio, nel 2015. Complessivamente il suo bottino in granata è di 75 partite e 4 gol. Il centrale classe 1986 era già tornato a Salerno con altre maglie – quella del Lecce nel 2010 e quella dello stesso Cosenza l’anno scorso – tenendole però sotto la tuta e restando in panchina

L’emergenza difensiva per Occhiuzzi, tecnico calabrese che dovrà fare a meno degli squalificati Idda e Tiritiello, dovrebbe indurlo a puntare nuovamente sul calciatore nativo di Cava de’ Tirreni. Praticamente mai in campo nel girone d’andata (solo 3′ col Frosinone, esclusa la Coppa Italia), Schiavi aveva collezionato quattro presenze nelle prime sette partite del 2021, di cui due da titolare, salvo poi scivolare nuovamente in panchina. In una situazione difficile (silani diciassettesimi, hanno vinto solo due partite su undici nel 2021, perdendo tre delle ultime quattro), il trainer cosentino potrebbe affidarsi dall’inizio all’esperienza di Schiavi, che della Salernitana è stato anche capitano prima dell’addio dell’estate 2019.

A proposito di amarcord. Jerry Mbakogu non ha mai avuto a che fare con il cavalluccio marino – se non da avversario, peraltro sempre imbattuto – ma con Fabrizio Castori sì. L’allenatore marchigiano è colui il quale in Italia gli ha fatto giocare più partite (77) e segnare più gol (22) in carriera. In particolare, l’attaccante nigeriano fu tra i protagonisti della sorprendente scalata del Carpi in Serie A (15 centri in 30 partite nel vittorioso torneo 2014/15). Mbakogu è tornato in Italia dopo un’esperienza in Croazia all’Osijek e il Cosenza gli ha dato una nuova chance per ora ha trovato il campo 4 volte, senza reti.

Nel computo degli ex di turno da considerare per la partita di sabato figurano – oltre al già citato Schiavi – anche Daniele Sciaudone e Matteo Legittimo nel Cosenza (che ha in rosa anche Luca Bittante, assente per un serio infortunio). Il centrocampista ex Bari, in particolare, ritroverà a distanza l’ex compagno Manolo Pestrin, con cui furono scintille all’Arechi prima dell’intervallo di un Salernitana-Spezia nel 2015. Nelle file granata sono invece Tutino e Casasola gli ex cosentini, piuttosto freschi: l’argentino partecipò attivamente e decisivamente alla salvezza dello scorso anno da gennaio, quando la Lazio lo spedì in prestito lì. L’attaccante, invece, fu tra gli artefici della promozione in cadetteria nel 2018 e protagonista in B nel torneo successivo con Braglia in panchina.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News