Connect with us

News

Salernitana, impara a rialzarti! 5 volte in svantaggio, nessuna remuntada: serve maggiore carattere

La forza di una squadra si vede anche dalla capacità di saper reagire alle difficoltà. Il girone di andata sta per finire e la Salernitana sta disputando un buon campionato, lotta per i playoff ed è sempre stata nel gruppone in alto. Tanti meriti a Colantuono e al suo gruppo, però questa squadra è ancora lontana dalla perfezione. La Salernitana non è una schiacciasassi, ha qualche limite strutturale e anche mentalmente dimostra di non essere impeccabile. Perché la storia breve di questo campionato insegna che quando ai granata arriva un colpo, le gambe non reggono e il ko è stretta conseguenza.

Nelle 13 partite disputate in questo torneo la Salernitana ha subito il primo gol della partita in 5 occasioni. Cinque volte in cui si è andati 0-1, cinque opportunità per rialzarsi, mostrare i muscoli e reagire da grande squadra. I numeri, invece, dicono che la squadra di Colantuono ha raccolto solo due punti in quelle 5 partite. A Lecce alla seconda giornata la Salernitana è stata molto caparbia, i salentini sono stati rimontati due volte e il punto conquistato a Via del Mare fu accolto come una vittoria. Non si può dire lo stesso del pareggio casalingo con l’Ascoli, la punizione di Ninkovic aveva messo i brividi e il tocco di Di Tacchio è servito soprattutto a evitare la figuraccia. Nelle altre tre occasioni la Salernitana non è riuscita a rispondere e ha dovuto incassare la sconfitta. Benevento, Venezia, infine Cittadella: la rimonta, caratteristica della squadra allenata da Bollini nello scorso campionato, non è nelle corde di questi granata.

Aspetti su cui lavorare, Colantuono ha la capacità di correggere i limiti di questa squadra. Dopo 13 giornate i punti sono 20, i playoff sono alla portata e la promozione diretta non è poi così lontana. La Salernitana ha ampi margini di miglioramento e il mercato di gennaio è alle porte. Una sconfitta non può spostare equilibri e obiettivi, ma solo servire da lezione. E i granata, adesso, devono imparare anche a incassare i colpi e rialzarsi subito dal ring.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News