Connect with us

News

Meno tre allo Spezia: Castori conta gli infortunati e riflette sul modulo

Fabrizio Castori fa la conta degli infortunati in vista del match di sabato a La Spezia. Al Picco saranno certe le assenze di Bogdan, Ruggeri, Capezzi, Lassana Coulibaly e Ribéry. Oggi Gondo si sottoporrà ad esami, domani lo farà Bonazzoli. Non va dimenticato che dopo lo Spezia ci saranno altri due scontri diretti contro Empoli e Venezia e rischiare i calciatori sarebbe controproducente. Su tutto ciò ruotano le riflessioni del trainer in merito a modulo e uomini.

Continuità

Castori potrebbe confermare il 4-3-1-2 visto nelle ultime due partite. Gyombér e Ranieri si sono ristabiliti e occuperebbero le fasce, con Strandberg e Gagliolo al centro, davanti a Belec. Per la fascia destra c’è anche l’opzione Veseli, sceso in campo con l’Albania e quindi pienamente recuperato. I tre obbligati a centrocampo sarebbero Mamadou Coulibaly, Di Tacchio e Obi, con Kastanos sulla trequarti; in panchina l’unico cambio sarebbe quindi Schiavone.

Ritorno al passato

Il ritorno al marchio di fabbrica, ovvero al 3-5-2, è l’altra opzione. Con questo modulo Gyombér farebbe il centrale destro di difesa, Kechrida giocherebbe alto a destra e Ranieri alto a sinistra. In mediana, vicino a Mamadou Coulibaly e Di Tacchio, Obi e Kastanos si giocherebbero una maglia, con il cipriota favorito. Castori quindi avrebbe due cambi in panchina. Al momento, viste le condizioni di Gondo e Bonazzoli, Djuric-Simy sarebbe, con ogni disposizione tattica, la coppia offensiva obbligata.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News