Connect with us

News

LIVE. Salernitana-Reggiana non si è disputata, la palla passa al G.Sportivo

La Salernitana ha effettuato un blando lavoro di circa 30′ sul prato dell’Arechi con i calciatori che erano convocati per la partita. Supplemento di lavoro per Karo. Allenamento essenzialmente atletico per la formazione di Castori, già con la testa alla gara contro la SPAL. La tensione del prepartita si è immediatamente sciolta e alle 16 la squadra è scesa in campo con Castori e il suo staff a osservare la rapida seduta: alle 16:30 tutti di nuovo negli spogliatoi, dove l’arbitro ha decretato l’assenza della Reggiana, annotandola sul referto. Ora la palla passerà al Giudice Sportivo (ed eventualmente in secondo grado alla corte sportiva d’appello della Figc) per decidere il da farsi. Altamente probabile il 3-0 a tavolino in favore della Salernitana, che riprenderà la preparazione lunedì pomeriggio in vista della trasferta di Ferrara.

AGGIORNAMENTO ORE 15:55. La rosa della Salernitana fa capolino sul prato dell’Arechi, al pari del tecnico Castori. Ci sarà un allenamento in famiglia, per cui i calciatori si apprestano ad un riscaldamento con i preparatori. Come da regolamento, il fischietto Matteo Marchetti di Ostia, attenderà le 16:45, ossia 45 minuti dopo l’orario del fischio d’inizio, per certificare l’assenza della squadra ospite e decretare il triplice fischio a cui seguirà il 3-0 a tavolino del Giudice Sportivo, senza il -1 di penalizzazione.



AGGIORNAMENTO ORE 15:10. Nel frattempo arriva la formazione ufficiale della Salernitana, propedeutica allo svolgersi delle operazioni di rito, che il Direttore di Gara porterà avanti nonostante l’assenza della Reggiana.

Salernitana (4-4-2): Belec; Casasola, Aya, Gyomber, Lopez; Kupisz, Schiavone, Di Tacchio, Cicerelli; Tutino, Djuric. All. F. Castori. A disp.: Adamonis, Mantovani, Karo, Iannoni, Barone, Dziczek, Capezzi, Giannetti, Veseli, Antonucci, Baraye.

AGGIORNAMENTO ORE 15:00. Il bus della Salernitana arriva allo Stadio Arechi con la squadra granata. Ormai sicuro che non ci sarà la sfida alla Reggiana, la truppa di Castori potrebbe disputare una sgambata in famiglia sul prato dell’Arechi.

AGGIORNAMENTO ORE 14.30. Stando a quanto appreso dalla nostra redazione, nella PEC trasmessa dalla Reggiana alla Lega B si farebbe leva sull’art. 55 delle Noif che regolamenta l’impossibilità a recarsi sul luogo della partita per causa di forza maggiore. “Mancata partecipazione alla gara per causa di forza maggiore. Le squadre che non si presentano in campo nel termine di cui all’art. 54, comma 2, sono considerate rinunciatarie alla gara con le conseguenze previste dall’art. 53, salvo che non dimostrino la sussistenza di una causa di forza maggiore. La declaratoria della sussistenza della causa di forza maggiore compete al Giudice Sportivo in prima istanza e alla Corte Sportiva d’Appello in seconda e ultima istanza. Il procedimento innanzi al Giudice Sportivo ed alla Corte Sportiva d’Appello è instaurato nel rispetto delle modalità procedurali previste dal Codice di Giustizia Sportiva”.

 

AGGIORNAMENTO ORE 14.25. Emergono ulteriori dettagli rispetto alla notizia anticipata dal nostro portale: la Reggiana ha inviato una PEC alla Lega B chiedendo il rinvio del match a data da destinarsi. Nella missiva telematica inviata a Milano, i granata emiliani hanno allegato i biglietti del treno, le ricevute dell’albergo prenotato nei dintorni di Salerno e ogni dettaglio circa l’organizzazione della trasferta. Ma non solo: la tesi della Regia è né più né meno quella utilizzata dal Napoli: nella PEC sarebbe stato allegato il provvedimento emesso dalla responsabile sanitaria dell’ASL di Reggio Emilia di divieto tassativo di muovere la squadra dall’isolamento. Nel gruppo squadra della Reggiana allo stato attuale si contano ben 23 positivi al Covid.

 

AGGIORNAMENTO ORE 14.20. SALERNITANA-REGGIANA COME JUVENTUS-NAPOLI, ecco il clamoroso colpo di scena. E’ notizia di questi istanti che la Salernitana sarebbe stata informata di una PEC inviata in Lega con cui la Reggiana chiederebbe ufficialmente il rinvio della partita a data da destinarsi. La motivazione su cui i granata emiliani farebbero leva è la stessa già utilizzata dal Napoli qualche settimana fa: l’ASL di Reggio Emilia avrebbe infatti vietato ai pochi superstiti della truppa di Alvini di mettersi in viaggio in direzione Salerno. La Salernitana è in arrivo allo stadio Arechi insieme alla terna arbitrale che referterà il mancato arrivo della squadra ospite. Scontato il 3-0 a tavolino per Di Tacchio e soci, dopodiché la palla passerà in tribunale.

 

AGGIORNAMENTO ORE 13:50. Arriva il comunicato ufficiale della Reggiana che comunica che “la Prima Squadra non scenderà in campo per causa di forza maggiore nella gara Salernitana – Reggiana in seguito all’emergenza sanitaria che ha colpito il gruppo negli ultimi giorni, avendo ancora riscontrato negli accertamenti medici di ieri 18 casi di positività al Covid-19 tra i calciatori e 5 tra i componenti dello staff.
Sono in atto e proseguiranno nelle prossime ore su tutti i tesserati i test previsti dai protocolli del Ministero della Sanità e della FIGC, al fine del pronto recupero di uno stato di salute idoneo che permetta al gruppo di affrontare gli imminenti impegni sportivi ufficiali
”. La Salernitana dovrà dunque attendere le 16:45 con l’arbitro Marchetti all’Arechi, che ratificherà l’assenza degli emiliani e comunicherà tutto al giudice sportivo, il quale assegnerà la vittoria per 3-0 a tavolino ai campani.

AGGIORNAMENTO 31/10 ORE 13.30. Questa mattina l’autista della Reggiana sarebbe partito con l’autobus contenente materiale tecnico come riportato da Reggionline. In questo caso la squadra emiliana troverebbe tutto il materiale già a Salerno se dovesse partire nelle prossime ore.

AGGIORNAMENTO 31/10 ORE 13. Mancano tre ore al fischio d’inizio e la Salernitana si prepara a raggiungere lo stadio Arechi. Tra poco più di un’ora, per la precisione alle 14.30, Di Tacchio e soci saranno nell’impianto di via Allende. Il club granata infatti non ha ancora ricevuto comunicazioni in merito ad un eventuale rinvio della partita a domani pomeriggio e la squadra di Castori si appresta dunque a recarsi regolarmente nel Principe degli stadi.


AGGIORNAMENTO 31/10 ORE 10:00. La Reggiana questa mattina non è partita alla volta di Salerno, ma potrebbero esserci dei colpi di scena entro qualche ora e il 3-0 a tavolino per la Salernitana non è cosa certa. Il club emiliano ha lasciato vuoti i sedili del treno alta velocità che aveva precauzionalmente bloccato, in partenza oggi alle 7:28 da Reggio Emilia. Tuttavia, pare che entro un paio d’ore la società di patron Quintavalli e del ds Tosi possa chiedere alla Lega Serie B un rinvio della partita a domani, cosa che il regolamento le consentirebbe (clicca qui per leggere) di fare in attesa di nuovi e ulteriori risultati ai test anti Covid.

“Qualora i casi di positività al virus siano riscontrati nei calciatori del club ospite, in attesa di conoscere l’esito dei test, il club potrà richiedere di posticipare la gara in programma fino al giorno successivo per oggettive e comprovate problematiche di carattere logistico ed organizzativo connesse alla trasferta. – si legge nella circolare diramata due settimane fa dalla Lega B stessa – Il posticipo al giorno successivo avrà orario individuato dalla Lega e potrà essere concesso solo a condizione che venga rispettata la calendarizzazione in essere e comunque che vengano garantiti almeno due giorni liberi prima dello svolgimento della gara successiva”. Tutte condizioni che sembrano sussistere, al momento. In soldoni, la Reggiana cerca di trovare nuovi calciatori negativi entro oggi e sta ripetendo i tamponi per sperare di arrivare in tempo utile al numero minimo di tredici elementi. Un giorno in più potrebbe fare la differenza e giocare di domenica, sulla carta, non comprometterebbe un adeguato recupero per la Salernitana in vista dell’anticipo della prossima giornata in programma venerdì 6 novembre in casa della SPAL. Al momento i disponibili di casa Reggiana sarebbero 9. In caso di via libera al rinvio, la squadra emiliana potrebbe partire in autobus in giornata con la prospettiva di giocare la partita domani. Seguiranno aggiornamenti.


ARTICOLO 30/10 ORE 22:10. Salernitana-Reggiana resta regolarmente calendarizzata per domani alle 16, ma se gli emiliani si presenteranno lo si saprà soltanto domattina. Per ora è più no che sì: stasera la squadra allenata da Alvini non è partita, riservandosi la possibilità di salire domattina un treno ad alta velocità ed essere a Salerno in tempo per il fischio d’inizio. La decisione sarà partorita in nottata.

La condizione necessaria è rappresentata dal numero di negativizzati: il gruppo squadra si è sottoposto ai tamponi stamattina e in tarda serata di oggi erano attesi gli esiti. In caso di almeno 13 giocatori negativi al Covid, la Reggiana sarebbe obbligata a recarsi All’Arechi, onde evitare sconfitta a tavolino e penalizzazione di un punto in classifica.

Il -1, da regolamento, non arriverebbe invece se la Reggiana non si presentasse perché priva del numero minimo di calciatori arruolabili, 13 per l’appunto. Oggi si sono allenati i sei calciatori superstiti e la società di patron Quintavalli non ha (volutamente) assegnato ulteriori numeri di maglia ai giovani della primavera. Il calcolo dei disponibili viene infatti effettuato sull’elenco dei tesserati a cui è assegnato il numero di maglia. Non ci sono ancora comunicazioni ufficiali da parte della Reggiana, ma secondo indiscrezioni che viaggiano dall’Emilia i negativizzati sarebbero soltanto tre, dunque il numero di calciatori arriverebbe a 9 e non sarebbe sufficiente comunque. Giusto attendere l’ufficialità delle decisioni e dei risultati, però.

La Lega B non ha comunicato nulla: la gara resta in programma e domani tutto funzionerà come se la partita si dovesse giocare: la Salernitana si presenterà regolarmente al campo, consegnerà la distinta all’arbitro che effettuerà il riconoscimento dei calciatori e dello staff. Si attenderà la Reggiana per 45’ oltre l’orario del fischio d’inizio, come da tolleranza scritta sul regolamento. Se la squadra ospite non arriverà, il direttore di gara metterà a referto e il giudice sportivo deciderà per il 3-0 a tavolino in favore della Salernitana.

1 Commento

1 Commento

  1. chris

    31/10/2020 at 09:06

    vergognamoci, siamo dei meschini…
    preferisco il rugby..li se c’è una situazione simile si assegna pareggio.

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News