Connect with us

News

L’ira di Mezzaroma: “Rapuano insufficiente, tutelerò il club. Quote? Segnalazione doverosa”

“Ci sono state indicate queste alterazioni e abbiamo ritenuto doveroso fare un comunicato per segnalarle a chi di dovere”, il commento sulle colonne de Il Mattino del co patron della Salernitana Marco Mezzaroma due giorni dopo il ko casalingo contro il Pordenone. La società granata ha ritenuto opportuno emanare ieri un comunicato per focalizzare l’attenzione dell’autorità giudiziaria sulle anomali delle quotazioni dei bookmakers per il match contro i ramarri. “La Procura Federale potrebbe aprire un fascicolo”, ha aggiunto ieri il legale del cavalluccio Gian Michele Gentile. Il ko contro la squadra di Tesser, il secondo di fila, è stato sicuramente causato anche dall’arbitraggio opinabile del signor Rapuano di Rimini: “Sono amareggiato, dispiaciuto, anche leggermente preoccupato. Non mi è piaciuta la conduzione della gara: non discuto i singoli episodi, ma la gestione dei cartellini. Pensavo venisse ad ammonire anche me a casa, a un certo punto – aggiunge Mezzaroma – Chiunque abbia visto la partita ha sollevato perplessità. Ho sentito Lotito (che era all’Arechi, nda), è arrabbiatissimo anche lui. A voler essere buoni è stata una prova insufficiente dell’arbitro, che però rafforza in me il desiderio di tutelare il club in tutte le sedi. Per farlo, non guarderò in faccia a nessuno. Siamo sempre stati rispettosi di istituzioni e procedure, spero che la Salernitana non dia fastidio in alto in classifica e che l’episodio di lunedì resti isolato. Il silenzio nel post partita? Decisione opportuna, meglio far decantare le cose in alcuni frangenti”.

Le decisioni del fischietto romagnolo andranno ad inficiare anche il prossimo impegno della Salernitana ad Empoli, dove non ci saranno in panchina Castori, e in campo Capezzi e Di Tacchio, tutti squalificati (il tecnico è stato anche multato); Anderson, Gyombér e Tutino, ammoniti contro i neroverdi, giocheranno col fardello della diffida. Mezzaroma però non cerca alibi in vista dello scontro diretto in Toscana del 17 gennaio: “Avrei voluto affrontarlo in condizioni migliori, ma sono certo che faremo una grossa prestazione: la squadra ha sempre risposto positivamente nei momenti difficili”. A dare una mano alla Salernitana arriva il mercato: “Stabiliremo ciò che è necessario di concerto col mister e lo faremo. Non serve tanto, la rosa si sta comportando benissimo. In campionato le cose iniziano a farsi serie verso febbraio-marzo, noi siamo lì e la squadra l’ha meritato. Lavoreremo per far diventare serie le cose. Vogliamo giocarcela con tutti”. Insomma l’imprenditore capitolino si sbilancia, ma giusto un po’.

1 Commento

1 Commento

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News