Connect with us

News

Juric teme la Salernitana: “All’Arechi hanno sofferto tutti, sarà tosta”

Ivan Juric parla di una partita “tosta” “difficile” alla vigilia della trasferta di Salerno. Il tecnico del Torino è intervenuto in conferenza stampa prima di affrontare la Salernitana: “Loro hanno cambiato completamente la squadra, e pure l’allenatore, a gennaio. In casa sono sempre molto aggressivi, là hanno sofferto tutti, dal Milan al Bologna”. 

Il tecnico del Toro è pronto al rientro in campo: “La sosta ci ha aiutato a riflettere un po’. E allora vi dico: in questi due mesi ci sono state delle problematiche e sicuramente abbiamo fatto degli errori – spiega Juric -, ma nelle ultime otto partite abbiamo colpito sei pali, abbiamo subìto quattro errori arbitrali che hanno direttamente influito sui risultati, e abbiamo preso tre gol negli ultimi minuti. Queste cose hanno spostato gli equilibri: purtroppo i risultati sono stati questi, ma non ho visto il calo di certi giocatori”.

Juric alla vigilia di Torino-Salernitana

L’ex Verona è convinto: “Se faremo bene le ultime nove partite del campionato daremo un valore positivo a tutta la stagione. Bisogna avere una grandissima motivazione, su questo non c’è alcun dubbio. Invece, se sbaglieremo, rimarrà un sapore negativo su una stagione che, dal mio punto di vista, è ricca di tanti aspetti importanti. Il prossimo mese e mezzo andrà nella direzione di dare un senso pieno alla stagione. Abbiamo fatto un lavoro eccezionale fino alla sosta di gennaio, con dei risultati da tutti i punti di vista oltre ogni previsione e fuori da ogni logica, dalla valorizzazione dei calciatori alla qualità del gioco. Gli ultimi risultati negativi hanno un po’ sminuito il nostro lavoro, ora dobbiamo andare al massimo per dare un significato completo alla stagione”.

Sulle scelte di formazione: “La mia intenzione è continuare con Berisha. Noi all’inizio dell’anno abbiamo fatto una scelta su Milinkovic che, dopo aver fatto a lungo benissimo, ha avuto piccolo calo. Berisha ha fatto bene con Bologna e Inter, poi è scappato quell’errore o forse no… Ma la verità è che stiamo prendendo dei gol senza subire tiri in porta. Belotti? Tutti sapete dell’apprezzamento che ho sempre manifestato per Belotti, e la stima che ho per la sua professionalità, molto alta. Ma gioca in un certo modo le partite in casa, mentre fuori casa è inesistente. In casa si presenta come un grandissimo attaccante, fuori casa molto ma molto meno. Adesso da lui mi aspetto che anche in trasferta giochi come ha fatto contro l’Inter. Il Gallo lo aspetto sul campo. Il rinnovo? Poi si vede. Parlando con Andrea, ho capito che in Nazionale si aspettava qualcosina in più. E’ stata una brutta botta, proprio in generale…”.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News