Connect with us

News

Gondo94! Doppietta più rapida degli ultimi 17 anni (ma non della storia): ecco i recordmen

Cedric Gondo aveva già regalato un successo alla Salernitana al 94′ (contro il Crotone il 15 dicembre 2019, 3-2 il finale peraltro sempre con una sua doppietta), ma non così importante e fulmineo come quello conquistato ai danni del Venezia. L’attaccante ivoriano ha siglato l’uno-due più rapido della gestione Lotito-Mezzaroma, con i due gol in due minuti (92′ e appunto ’94) di sabato che superano quelli di Bocalon (33′ e 36′) in Salernitana-Empoli del 28 ottobre 2017 (2-1 il finale anche in quel caso). Si tratta del primo capovolgimento di risultato firmato dallo stesso calciatore nei minuti finali di partita della storia del cavalluccio marino. Tuttavia, scorrendo gli almanacchi, è possibile trovare doppiette più veloci. Innanzitutto occorre andare indietro addirittura di diciassette anni.

È di Giorgio Di Vicino uno degli esempi più veloci e recenti. Il fantasista partenopeo (foto in alto) tramortì infatti il Cagliari di Zola e Suazo all’Arechi nel giorno dell’Epifania 2004, completando una rimonta iniziata da Longo (dallo 0-2 al 3-2) con una doppietta al 17′ e al 18′ della ripresa. Venne giù lo stadio. Era stato altrettanto veloce molti anni prima anche Ercole Castaldo, a dir poco esagerato nella cinquina messa a segno in Salernitana-Pescara 8-2 del 12 giugno 1949, quartultima del campionato di Serie B: per lui doppietta rapidissima al 24′ e al 25′ del secondo tempo. Stessi e identici minuti in cui Walter Zironi aveva messo i suoi zampini il 14 dicembre 1941 in L’Aquila-Salernitana (2-3). Era stato però Rodolfo Stilli, il 23 maggio 1937, il primo calciatore della Salernitana a siglare una doppietta nel giro di sessanta secondi, realizzandola al 36′ e al 37′ di Mater Roma-Salernitana (4-3 il finale).

Insomma, in quattro hanno fatto meglio di Gondo. Ma l’ex Rieti resta comunque in una ristretta cerchia di multibomber… flash, quelli dei 120 secondi. Nell’elenco, andando a ritroso nel tempo, figura in primis Tiziano D’Isidoro, che in Coppa Italia Serie C il 9 gennaio 1994 segnò all’ottavo e al decimo minuto di Casarano-Salernitana 1-4. In precedenza, il 15 giugno 1969, era riuscito a fare altrettanto Camillo Baffi ai minuti 12 e 14 della ripresa nel 4-0 casalingo contro il Nardò, valevole per la penultima giornata del campionato di Serie C. Quattro anni prima – il 18 novembre del ’65 – come lui anche Giampaolo Cominato aveva timbrato il cartellino in rapida successione (18′ e 20′ del secondo tempo) nel 5-1 inflitto al Crotone. Tre precedenti simili anche con le maglie… biancocelesti. Il 31 marzo 1940 era stato anche Vincenzo Volpe – a cui è attualmente intitolato il campo d’allenamento e di gara in sintetico usato dalle giovanili granata – a siglare una rapidissima doppietta: fu vittima il Brindisi, minuti 14 e 16 della prima frazione nel 3-0 finale. Minuti identici l’anno prima (9 aprile) scolpiti nel tabellino di Salernitana-Sanremese 7-1, la doppietta era stata di Antonio Valese. Nel 1935, il 20 ottobre, la prima doppietta della storia in 2′: l’autore fu l’italo-svizzero Ellero Ghetti al 34′ e al 36′ della partita che i salernitani vinsero 5-0 contro i fiorentini del Le Signe (Serie C 1935/36).

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News