Connect with us

News

Finale infuocato a Pisa, in campo e…fuori: padroni di casa sul piede di guerra

E’ stato un finale con i nervi a fior di pelle quello dell’Arena Garibaldi. Il gol di Casasola al penultimo minuto di recupero ha fatto chiudere la vena ai calciatori neroazzurri che hanno visto volatilizzarsi due punti dati forse per acquisiti troppo rapidamente, recriminando per un contatto sospetto Djuric-Varnier. La direzione di gara di Prontera, pur senza grandi strafalcioni, non ha mai messo d’accordo le due panchine e i segnali di una tensione alta erano arrivati già sul 2-0 per il Pisa.

Con ordine. In campo il gol del 2-2 al 93’ ha scoperchiato il vaso di Pandora. L’argentino ha battibeccato con la panchina del Pisa sull’ultima rimessa laterale dopo il pari; al triplice fischio è partito un parapiglia, con D’Angelo che è entrato in campo e dopo aver detto qualcosa a Casasola (ritornando sul contatto Djuric-Varnier in occasione del 2-2). Ci è voluto De Vitis per fermare il tecnico che ha preso rapidamente e nervosamente la via degli spogliatoi dopo scambio di battute con Castori. Altro capannello tra Bogdan e Marconi-Pisano altro ancora Caracciolo-Cicerelli. I calciatori del Pisa hanno rimproverato l’atteggiamento ostruzionistico dei campani che hanno portato via un punto dopo il gol che parte da un sospetto fallo di Djuric.

Altro capitolo: le voci dalla tribuna. In queste situazioni, le porte chiuse non agevolano, in campo arriva infatti tutto, compresi i commenti degli accreditati e dei giornalisti in tribuna che di fatto riecheggiano specie se urlati a gran voce. E tra i più bersagliati c’è il tecnico Castori, che ha recepito una serie di sarcastiche accuse; il mister ha individuato l’accreditato che ha lanciato le invettive e ha replicato inequivocabilmente. Veleno nella coda all’Arena, ma la pagina scritta fuori dal rettangolo di gioco va al più presto archiviata perché lontana anni luce dal fair-play a cui ci si augura di assistere.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News