Connect with us

News

Castori furioso, l’ex allenatore granata non gradisce la direzione arbitrale e sceglie il silenzio stampa

Al minuto 91 Aya tocca Evacuo che frana a terra (troppo facilmente). L’attaccante del Trapani chiede il rigore, l’arbitro invece lo ammonisce per simulazione. E Castori diventa una furia. L’ex allenatore della Salernitana non riesce a trattenersi e inizia a inveire contro l’arbitro, il guardalinee, il quarto uomo. La panchina tenta di placarlo, ma Castori è furibondo e anche al triplice fischio non riesce a calmarsi. Uscirà dall’Arechi tra i fischi della Sud, ma soprattutto scuro in volto.

Non è stata una partita facile per l’allenatore dei siciliani, che voleva la vittoria e forse avrebbe meritato un pareggio. Castori non ha gradito la direzione del signor Di Martino di Teramo, a suo dire troppo casalingo. Non dello stesso avviso Sasà Avallone che ha più volte battibeccato con Castori nel corso della partita: entrambi a protezione della propria bandiera, usuale nel calcio. Anche perché poi i due sono usciti insieme, riavvicinandosi con un lungo abbraccio prima di entrare nel tunnel degli spogliatoi: Avallone e Castori erano insieme a Salerno nella stagione 2008/2009.

Neanche la doccia ha tranquillizzato poi l’allenatore del Trapani, Castori ha infatti scelto il silenzio stampa. Troppa rabbia, nessun racconto di come ha vissuto la partita. Per i siciliani parla solo Evacuo, Castori invece resta in silenzio. Reazione comprensibile perché davvero il Trapani ha giocato una grande partita, ma a frenare gli altri granata sono stati solo i pali e un pizzico di sfortuna. Ma per Castori c’è stato anche altro.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News