Connect with us

News

Castori al Granillo: “Prestazione ok, ma rosico per il rigore! Mercato? Non dovevamo stravolgere”

Un pareggio, un punto a cui potevano aggiungersene altri due. Il rigore parato…ma soprattutto “mancato” da Milan Djuric lascia con l’amaro in bocca la squadra di mister Castori, che un’ora dopo la chiusura delle porte allo Sheraton di Milano per il calciomercato, scende in campo al Granillo di Reggio Calabria. Ma la soddisfazione di Fabrizio Castori al termine del match è tutta per la prestazione dei suoi uomini in campo, che durante la seconda fase di gioco hanno dato tutto.

“Sono molto soddisfatto della prestazione della squadra, perchè siamo partiti subendo uno sbandamento – ha dichiarato il mister – abbiamo concesso qualcosa, la Reggina è partita forte e ci ha messo in difficoltà. Nel secondo tempo siamo usciti alla grande, a grande intensità e velocità. Certo, sbagliare un calcio di rigore non è usuale e il gol avrebbe cambiato la partita, un po’ di amaro in bocca ce l’abbiamo ma ci siamo ripresi dopo un inizio difficile. Stiamo inserendo i nuovi”. 

Non è mancato un passaggio sul calciomercato, con la sessione invernale che si è chiusa soltanto un’ora prima del match: “Sono soddisfatto perchè sono stati messi a posto alcuni ruoli. Comunque era una squadra che non andava stravolta, bisognava solo mettere in ordine qualcosa. E’ chiaro che adesso ci vuole del tempo per mettere in condizione i nuovi arrivi. Abbiamo ritrovato le nostre prerogative: Gennaro Tutino soprattutto si è ripreso, come abbiamo potuto vedere non appena è entrato in partita, segno che si è buttato alle spalle il momento brutto”. Poi ha continuato:  “Attaccante in meno? Riportiamo Anderson nel suo ruolo naturale che è quello dell’attaccante. Essendo un giocatore che a centrocampo crea squilibrio, deve liberare il suo talento. Da attaccante è più libero in questa ottica sicuramente.  Difficile preparare la partita col mercato in corso? Io ero impegnato e concentrato a sul match – ha sottolineato – Ho sentito il direttore in mattinata e solo a fine mercato ho preso notizie. Si era detto di non cambiare nulla, poi Gianentti e Lopez hanno deciso di valutare le proposte e abbiamo deciso di operare. La squadra è uscita ringiovanita dal mercato. Se si trovava l’attaccante che cambiava il volto della squadra, lo avremmo accolto. Jaro già conosce la squadra e a noi fa piacere che ritorni, Lopez era in scadenza e ha preferito cambiare. Con lui ho avuto rapporto ottimo, eccellente nel comportamento. Giocatori pronti all’uso però adesso è difficile trovarli, la squadra si è rinfrescata con dei giovani. Adesso ci vuole solo tempo per inserirli. Durmisi e Kiyine hanno fatto bene entrambi stasera, il tempo andrà a loro favore. Ce ne sono tante di partite adesso, useremo anche loro e loro useranno le partite per carburare. Possono solo crescere col tempo”.

Infine il tecnico di Tolentino torna sul match contro i calabresi: “Gondo nelle ultime partite ha fatto anche bene, era doveroso farlo giocare e dargli chance da titolare. Stasera si è anche procurato il calcio di rigore, bisogna farli giocare gli attaccanti, altrimenti diciamo sempre ciò che ci manca e non ciò che abbiamo. Non ci aspettavamo questa partenza della Reggina, la prima partita la fanno sempre bene i nuovi arrivi. Noi siamo partiti con infortunio di Cicerelli, qualche sbandamento iniziale. Ma al secondo tempo abbiamo giocato al ritmo nostro, abbiamo combattuto. Se uno analizza l’episodio del calcio di rigore mancato, rosica. Anche la Reggina però ha fatto la sua partita”. Poi la valutazione sugli infortunati: “Cicerelli si fa fatica a valutare entità infortunio adesso, domani dopo 24 ore potremo vedere meglio. A caldo i giocatori hanno lamentato queste problematiche ma così non possiamo dire qual è il problema, lo stesso vale per Durmisi”. 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News