Connect with us

News

Arechi gelato: via striscioni nell’intervallo, platealmente contestato Fabiani

Dalla rabbia all’incredulità, poi il mutismo e la speranza. Infine, la voce che torna e la temperatura che si rialza nella speranza di una remuntada mai arrivata. A fine partite, una trentina di tifosi – non organizzati – s’è trattenuta all’esterno del settore tribuna. Iniziative di contestazione potrebbero arrivare dagli ultras a stretto giro.

Drappi ritirati

Via gli striscioni dalla Curva Sud tra primo e secondo tempo (tranne quello della Nuova Guardia) in segno di protesta. La torcida si è zittita dall’intervallo in poi. Prima, aveva avuto voce per incitare la squadra fino allo 0-3 ed anche mentre Pinamonti batteva il rigore, proprio sotto la Siberiano. Poi, cori contro gli stessi giocatori e soprattutto contro il direttore sportivo Fabiani. La contestazione era partita prima dell’inizio del match, quando l’amministratore unico Marchetti (presente anche oggi all’Arechi) ha salutato dal campo i tifosi dagli spalti.

Fabiani nel mirino

“Fabiani vattene” è scoccato al dodicesimo minuto dietro la porta di Belec. Fischi sonanti al rientro negli spogliatoi e facce basse dei granata. I cori contro il direttore sportivo sono arrivati da tutta la curva sud in maniera piuttosto plateale dopo che in settimana erano comparsi al suo indirizzo anche striscioni pesanti che hanno circolato insistentemente su alcune pagine social.

Illusione

Partito all’insegna del silenzio e dello sconforto, il pomeriggio della torcida granata è stato ravvivato a sprazzi dai gol tinti di granata e da qualche coro partito in “fuorigioco”. Non è bastato per rimontare fino in fondo. Il sogno remuntada è rimasto tale. A fine partita fischi per alcuni calciatori, la gioia è stata tutta dei 73 tifosi presenti nel settore ospiti. Applausi per alcuni singoli da parte dei pochi tifosi rimasti all’interno dello stadio, visto che in tanti hanno lasciato prima del triplice fischio. Tra i destinatari Strandberg e Bonazzoli, uscito zoppicando con la borsa del ghiaccio sul piede destro. L’attaccante ha anche donato la sua maglietta in curva.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News