Connect with us

Giovanili

Anche Galeotafiore assapora la B: con Iannone, primi esordi baby a campionato ancora combattuto

Dopo le presenze di Carmine Iannone a Chiavari ed Ascoli, ecco un altro esordio in cadetteria di un prodotto del vivaio granata. Ieri il difensore Gioacchino Galeotafiore, 20enne capitano della Primavera, ha assaporato il campo dell’Arechi nei minuti finali di Salernitana-Cittadella. È la prima volta, nella gestione Lotito-Mezzaroma, che i baby mettono piede in campo tra i grandi in campionato a stagione non aritmeticamente già senza obiettivi.

La Primavera di mister Rizzolo ha ottenuto dei risultati in netto miglioramento rispetto a quelli degli anni precedenti. La Salernitana si è schiodata dalle ultime posizioni e anzi era in corsa per arrivare ai playoff, prima della sospensione del campionato. La magra consolazione è rappresentata appunto dagli esordi in prima squadra di Iannone prima e Galeotafiore poi. In tempi recenti era accaduto solo nel finale del campionato 2017/2018, quando Danilo Gaeta trovò spazio a gara in corso a Foggia alla penultima di campionato, giocando titolare all’ultima contro il Palermo prima di lasciar spazio al compagno Mattia Novella, anche lui all’esordio. In quel caso, però, la Salernitana di Colantuono era già praticamente in vacanza, essendo salva e non avendo chances di raggiungere i playoff. Stavolta, Ventura – anche se in una partita dall’esito già praticamente scritto nel caso di Galeotafiore, un po’ meno tra Chiavari e Ascoli con gli innesti di Iannone – decide di dare fiducia alla linea verde anche con un obiettivo delicato ancora da raggiungere. Un segnale importante.

Il classe 2000 Galeotafiore, nello specifico, aveva già debuttato tra i professionisti quasi due anni fa, ma in Coppa Italia, quando in panchina c’era Stefano Colantuono. Trovò posto negli scampoli finali del 6-1 rifilato al malcapitato Rezzato. Adesso è arrivato il primo gettone anche in Serie B e il miglior marcatore stagionale della Salernitana Primavera non ne ha nascosto l’emozione, pubblicando nelle Instagram stories tutte le clip del momento tanto atteso collezionate dai suoi cari, orgogliosi del traguardo. Più che altro però, questo deve essere un punto di partenza. Lo sa bene il difensore goleador, che di certo non si rilasserà ora che il primo scoglio è stato superato, perché ne mancano ancora tanti altri prima di poter nuotare nell’oceano.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili