Connect with us

News

Allegri non si fida: “A Salerno ambiente caldo. Ribéry è un campione”

Non è un momento felice per la Juventus di Max Allegri. I bianconeri faranno visita alla Salernitana domani sera per riscattare il ko casalingo di sabato contro l’Atalanta (0-1); oltre al problema risultati c’è anche agitazione per ciò che sta succedendo fuori dal campo per l’inchiesta sulle plusvalenze. Massimiliano Allegri si è presentato oggi in conferenza pre partita.

Uscire dalla crisi

Il tecnico toscano si è soffermato su prestazioni e stato d’animo: “In questo momento ciò che abbiamo fatto non basta. Nella mia carriera non mi sono mai inventato nulla tatticamente, ho semplicemente messo i giocatori nelle migliori condizioni. Ora ci vuole ordine, concretezza e serenità, siamo in un momento particolare e può succedere. A volte le cose vanno bene e altre volte no. Fortunatamente abbiamo ancora tanti obiettivi da raggiungere come gli ottavi di Champions, Coppa Italia e la Supercoppa. La rincorsa in campionato può diventare divertente e bella. Dobbiamo stare zitti e compattarci, bisogna trovare il modo di uscire dalla tempesta. Un buon marinaio trova sempre il modo di uscire. Non ci si può isolare, perché siamo dentro. Il presidente ha parlato a tutti i dipendenti e quindi anche a noi. Credo abbia altri pensieri”.

Esperienza e gioventù: il giusto mix

Allegri ha parlato anche dei singoli. All’Arechi dovrebbe tornare titolare Chiellini, ma non ci sarà Chiesa. Il tecnico si aspetta una grossa mano anche dai più giovani e ha sminuito il problema del gol: “Perin non giocherà titolare e neanche De Sciglio che non è pronto, tornerà col Genoa. Le scelte in attacco sono state giuste, segniamo poco in percentuale. Morata non si è dimenticato come si fa gol, Dybala e Kean hanno gol nelle gambe. Magari nel giro di poco le cose cambiano, magari già da domani o da domenica. Ho notato critiche ingiuste verso Morata che, contro l’Atalanta, ha fatto una grande partita. I giocatori vanno giudicati per le prestazioni. A volte sento dei pregiudizi. Domani torna Chiellini e la sua esperienza ci servirà, ma ci servirà anche la freschezza dei più giovani. I nostri attaccanti hanno diverse caratteristiche, Kean attacca l’area, a Morata piace muoversi di più per il campo. Ci servirebbero anche i gol degli esterni, come Bernardeschi e Kulusevski, e dei centrocampisti. I problemi fisici di Kulusevski, Dybala e McKennie non sono gravi, Chiesa lo rivedremo dopo le feste. Bentancur doveva recuperare energie, è una cosa normale, aveva giocato tanto e viaggiato. Kaio Jorge è giovane e sta crescendo, ha bisogno di fare esperienza. Abbiamo tanti giovani che devono aiutarci. Non abbiamo Chiesa e porterò Soulé”.

Attenzione alla Salernitana

Salernitana ultima, ma Allegri non si fida: “Domani la soluzione è vincere, ma non sarà facile. La Salernitana ha fatto una partita di cuore a Cagliari. Salerno è un campo complicato, i tifosi si fanno sentire tanto. É una squadra che davanti ha fisicità ed ha Ribery che è un campione: quando è in campo crea sempre qualcosa. Dobbiamo avere un approccio migliore di Verona, altrimenti rischiamo di prendere schiaffi. Con l’Atalanta abbiamo fatto una buona partita, bisogna continuare a lavorare con serenità”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News