Connect with us

News

Aglietti loda i suoi: “Abbiamo dominato nella ripresa, forse meritavamo più del pari”

Alfredo Aglietti può essere pienamente soddisfatto della prestazione del suo Chievo all’Arechi. Un po’ per la filosofia di gioco del tecnico clivense, un po’ anche per l’atteggiamento della Salernitana, i gialloblu hanno tenuto il pallino del gioco per larghi tratti della gara. Alla fine ne sono usciti con un pareggio che accontenta entrambe le squadre, portandole al secondo posto in classifica, in attesa del risultato tra Monza e Empoli. Per come è andata la partita, soprattutto nella ripresa, l’allenatore dei veneti avrebbe voluto addirittura più del dodicesimo risultato utile consecutivo: “Nel finale abbiamo avuto un paio di occasioni importanti – spiega Aglietti nella conferenza stampa post partita – Una soprattutto con Djordjevic con la quale potevamo portare a casa il risultato pieno. Abbiamo fatto un grandissimo secondo tempo, il primo tempo eravamo bloccati, loro ci aspettavano bassi e poi hanno trovato questo gol che, chiaramente, un po’ ci ha condizionati. Nel secondo abbiamo cambiato marcia, ho chiesto alla squadra di giocare in maniera più veloce cercando di muoverci di più e abbiamo fatto benissimo. Oggi ce la siamo giocata alla pari qui a Salerno, in un campo difficile, con una squadra molto fisica che ha messo la partita su un piano decisamente fisico. Però, credo, anche che nella ripresa abbiamo dominato e abbiamo ampiamente meritato il pareggio se non forse qualcosa di più“.

Una reazione che evidenzia anche la crescita mentale della squadra nel percorso di questa stagione: “Non era facile, anche perché loro avevano un giocatore fortissimo negli spazi e poteva sfruttare quelli che lasciavamo nella ricerca di recuperare la partita. Quindi potevano farci male e invece siamo sempre stati bravi nelle letture e nelle coperture preventive. Non abbiamo mai rischiato di subire il secondo gol se non forse con quel colpo di testa di Djuric, ma è qualcosa da mettere in preventivo, ci sono anche gli avversari e il bosniaco di testa le prende tutte. Anche lui comunque l’abbiamo contenuto bene, sapevamo quali fossero i punti di forza della Salernitana e li abbiamo contenuti bene, ma ovviamente non potevamo annullarli del tutto. Alla fine in una partita del genere abbiamo sofferto il giusto“.

Il mister gialloblu conclude con delle belle parole e un monito per l’autore del gol, Manuel De Luca, senza tralasciare anche il resto del gruppo: “De Luca sta crescendo, i gol che sta facendo sono risultato della fiducia che sta trovando nelle prestazioni. Siamo contenti perché è un ragazzo giovane di nostra proprietà. L’anno scorso ha fatto un primo campionato in cui ha giocato poco, quest’anno sta trovando continuità e sta migliorando. Lui comunque sa che non si deve assolutamente accontentare, perché per gli attaccanti si fa presto ad andare dalle stelle alle stalle e viceversa. Al di là del singolo però credo che oggi la squadra abbia fatto molto bene e voglio sottolineare anche che tutti quelli che sono entrati dalla panchina lo hanno fatto molto bene. Djordjevic ha anche avuto una palla gol importante o iniziato a intravedere il giocatore di qualche mese fa ed è molto importante perché abbiamo bisogno di tutti. Questo gruppo sta lavorando bene e la partita di oggi ne è la testimonianza, perché chi è entrato ha cambiato la partita in meglio e potevamo anche vincere grazie agli innesti“.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News