Connect with us

Serie B

VIDEO. Lo Spezia è riposato, Maggiore sfida la Salernitana: “Possiamo vincere, dobbiamo partire forti”

L’ultima volta che lo Spezia è sceso in campo il calendario segnava il 27 ottobre. La squadra di Marino si prese lo 0-0 con il Padova, poi però niente più campionato. Prima il rinvio della partita con il Benevento (gara che si recupererà probabilmente mercoledì 14), poi il turno di sosta. Lo Spezia arriva sabato a Salerno fresco e riposato, da quel 27 ottobre i granata sono scesi in campo addirittura tre volte. Una disparità che potrebbe farsi sentire a livello fisico e atletico, anche se i granata hanno cinque giorni per recuperare le energie.

Sarà una sfida delicata quella di sabato (ore 15) allo Stadio Arechi. Lo Spezia si sta preparando con tranquillità, i granata sono tornati in campo oggi (clicca qui per leggere l’articolo) però è da domani che inizieranno veramente a preparare la partita. Sarà scontro diretto, sfida playoff da non fallire. Oggi lo Spezia è undicesimo con 13 punti, a -4 dai granata: i liguri, però, hanno due partite in meno del cavalluccio e una rispetto a molte delle squadre oggi in griglia spareggi.

Inutile, però, leggere la classifica, perché “si capisce poco”. Meglio pensare solo a preparare al meglio le partite, vincere domenica dopo domenica per continuare a cullare il sogno playoff. “Oggi c’è chi ha 11 partite e chi ne ha solo otto – ha detto il centrocampista dello Spezia Giulio Maggiore in conferenza stampa- La classifica la guardiamo solo per farci un’idea, ma ci prepariamo soprattutto per sabato contro la Salernitana. Oggi riprendiamo la preparazione dopo un periodo di sosta che ci ha permesso di riposarci. La burrasca ci ha fatto spostare da una parta all’altra, ma alla Spezia ormai non è una novità che ci siano eventi come questi e bisogna adattarsi”.

Il riposo, però, non può che far comodo allo Spezia che sicuramente avrà più forze fresche da mettere in campo: “Pensiamo alla Salernitana già da qualche giorno, in pratica da quando abbiamo saputo del rinvio della partita contro il Benevento – continua Maggiore – Abbiamo avuto tanti giorni senza giocare, ma penso che allenandoti forte e concentrandoti sul prossimo avversario ogni giocatore si orienti. La cosa migliore sarà iniziare subito forte la partita. La Salernitana è una buona squadra, poi lo stadio è sempre pieno e il clima è molto caldo. Ha giocatori importanti ma preparandola il meglio possibile possiamo affrontarla nel miglior modo. Noi siamo una squadra forte, penso possa essere una bella partita”.

Il tecnico dello Spezia Marino ha inventato un nuovo ruolo per Maggiore, che si è spostato davanti alla difesa in posizione di regista puro. Il nuovo habitat, però, non gli ha tolto il vizietto del gol e Maggiore contro il Carpi è riuscito a sbloccarsi: “Le due partite da titolari le ho fatte da mediano in effetti. Ma di diverso c’è poco rispetto a due anni fa con Di Carlo. Il mister chiede molto di giocare la palla, di impostare da dietro. Poi, quando c’è bisogno, di dare una mano ai difensori centrali se gli avversari hanno due punte. Penso di poterlo fare bene perché me la cavo in entrambe le fasi. Mi piace anche giocare da mezzala, mi piace inserirmi, entrare in area e creare qualche pericolo. Speriamo di poter superare il numero di gol dell’anno scorso. La nuova impronta di Marino? Ci chiede sempre di giocare in maniera propositiva con la palla a terra e iniziando da dietro. Possiamo farlo sia con i centrali che con i terzini e arrivando fino agli esterni d’attacco. Ci sono molti elementi adatti al suo gioco, noi abbiamo subito accolto le sue richieste”.

Squadra solida e compatta quella a disposizione di Marino, lo Spezia può contare su tanti nomi importanti: “L’anno scorso finché è stato bene Mastinu è stato fondamentale per noi, era quello che creava più pericoli e che forse aveva più qualità di tutti. Ha avuto mesi tormentati per l’infortunio, speriamo possa recuperare e che trovi la forma migliore perché ci potrà dare una grande mano dal punto di vista della qualità e dell’estro. Ci farà fare un ulteriore salto di qualità. Galabinov aveva raggiunto una buona condizione prima della partita contro il Carpi. L’infortunio lo obbliga a ritrovare un po’ la forma, per noi è un giocatore fondamentale la cui presenza si sente sempre in campo”.

E’ uno Spezia che sta crescendo, nonostante il brutto ko interno con il Pescara nell’ultima partita casalinga disputata: “Penso che stiano migliorando tutti. Con il Pescara il pubblico era quello delle grandi occasioni, vorremmo vederlo così per più partite possibile. Sta a noi trascinarlo allo stadio. Proveremo già da sabato a fare un buon risultato per accrescere l’entusiasmo”.

 

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in Serie B

Segnala questo articolo via Email