Connect with us

WebTV

VIDEO. Ciro Ferrara e Luca Fusco memorie granata: “Importante mantenere la categoria. Prima la salvezza, poi i fatti”

Ventuno anni fa Luca Fusco sostituì contro l’Andria lo squalificato Ciro Ferrara, bagnando l’esordio in Serie B. Entrambi sono attualmente present all’iniziativa dell’Archivio di Stato di Salerno, in collaborazione con l’USSI – Unione Stampa Sportiva Italiana dal titolo “Cento anni di passione 1919-2019: la storia granata nei documenti d’archivio”: in programma quest’oggi presso il Salone Bilotti dell’Archivio di Stato di Salerno, in piazza Abate Conforti. I due difensori ricordano con piacere i momenti vissuti in granata non lesinando qualche dichiarazione sull’attualità del Cavalluccio.

Ciro Ferrara ricorda il passaggio di consegne con il suo allora giovane collega di reparto: “Possiamo dire che è stato il continuo della storia: è stato un passaggio di testimone, la Salernitana non ne ha risentito in quel periodo.”

Sul periodo attuale molto delicato: “Chiaramente parlo da tifoso e posso comprendere i malumori di quest’anno perché si pensava ad un cambio di atteggiamento che non c’è stato: la delusione ti porta poi a delle proteste che non sono costruttive. Mi auguro che i tifosi si stringano intorno alla squadra perché la salvezza consentirà di proseguire il percorso storico della Salernitana”.

Luca Fusco ricorda l’esordio: “Era una Salernitana che andava benissimo. Grazie alla sua squalifica (ride, ndr) Delio Rossi mi ha dato la possibilità di esordire. Ciro faceva coppia con Cudini: un duo molto affiatato. E’ stato un grande orgoglio per me, da salernitano. Quella domenica giocai insieme a Franceschini perché anche Cudini era squalificato. In casa con la Reggina di Roberto Breda venni premiato. La Salernitana è un onore, specialmente perché ho avuto modo di indossare e difenderne i colori con la presenza di persone come Ciro Ferrara e Roberto Breda che hanno composto un gruppo sano, fatto di tanti valori”.

Inevitabile una chiosa sui granata, con la società che ha indetto la riduzione dei costi dei biglietti per la gara con il Cittadella: “Servono i fatti innanzitutto, bisogna centrare quanto prima la salvezza, non è facile risalire quando sei impelagato nella zona play-out. Speriamo che già sabato con il Cittadella, per programmare nel migliore dei modi l’anno successivo”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in WebTV

Segnala questo articolo via Email