Connect with us

Giovanili

Under 16, Foggia battuto 3-1 sotto il diluvio. Landi: “Reazione al gol da rimarcare”

Campionato Under 16 Serie A e B, Girone C – 11ª Giornata

Salernitana – Foggia 3-1

TABELLINO

SALERNITANA: Pellecchia (24′ st Barone), Cusati (26′ pt Imperiale), Idioma, Cioce (1′ st Froncillo), Perrone, Petrazzuolo, Capone (12′ st Esposito S.), Russo, Di Fiore (1′ st Eordea), Esposito E., Dommarco (24′ st Fresa). A disp. Sangiovanni, Carolei, Accietto. All. Landi.

FOGGIA: Ciullo, Colucci, De Laurentiis, Guacci (24′ st Gennarelli), Secondo, Conversano, Macrì (24′ st Ambrosino), Nazaro (31′ st Caracciolo), Minnino, Borgia (12′ st Miccoli), Clemente (31′ st Totaro). A disp. Vitariello, Tipaldi, Botticelli. All. Zingarelli.

Arbitro: Sig. Cardella di Torre del Greco (Corrado/Poto).

Marcatori: De Laurentiis (F) al 36′ pt, Dommarco (S) al 39′ pt, Esposito S. (S) al 17′ st, Esposito E. (S) al 33′ st. Ammoniti: Di Fiore (S), Colucci (F), Eordea (S), De Laurentiis (F), Esposito E. (S), Secondo (F), Minnino (F). Angoli: 2-3. Recupero: 0′ pt – 4′ st.

Continua l’altalena di risultati della Salernitana Under 16, che al Volpe batte 3-1 il Foggia dopo il 3-0 subito a Frosinone.

I satanelli partono meglio e impostano buone trame di gioco, mettendo in difficotà i padroni di casa giocando fra le linee e provando a finalizzare con molti passaggi filtranti alle spalle della difesa su cui è bravo ad uscire Pellecchia. La Salernitana invece si vede un gol annullato per un millimetrico fuorigioco di Dommarco al 10′. Forse la tempesta improvvisa, forse il gol degli ospiti fanno svegliare i granatini. Al 36′ Clemente si libera al tiro con un velo e dopo la respinta di Pellecchia De Laurentiis ribadisce in rete. Immediatamente la Salernitana reagisce e va vicina al gol col diagonale di Capone che sibila al lato del palo. Preludio del pareggio di Dommarco al 39′, che sfrutta un gran lancio di Imperiale per superare Ciullo con un pallonetto. Un gol bello e importante per andare al riposo sull’1-1.

Nella ripresa si vede una Salernitana più decisa e cattiva, che lascia molto meno spazio alle giocate degli avversari. Al 17′ riesce anche a passare in vantaggio: Froncillo apre molto bene per la discesa di Idioma che mette al centro di prima intenzione, Dommarco viene anticipato dall’uscita alta di Ciullo che però si lascia sfuggire il pallone e lo stesso Dommarco prova a girare la palla in rete, ma ci vuole il tocco decisivo di Simone Esposito per segnare il 2-1. Al 33′ i padroni di casa chiudono la partita con la ripartenza di Eordea che poi si appoggia a Eduardo Esposito, il fantasista granata estrae dal cilindro una magia con un sinistro di prima intenzione che scavalca Ciullo, leggermente fuori dai pali. Il Foggia si innervosisce e non riesce a rientrare in partita, al triplice fischio è perciò 3-1 per la Salernitana.

Dopo la gara l’allenatore della Salernitana Mario Landi analizza la partita: “È stata un po’ condizionata dal brutto tempo, soprattutto nella parte centrale del primo tempo, infatti proprio quando abbiamo subito gol si era appena scatenata una tempesta. Abbiamo sofferto il Foggia che sapevamo fosse una buona squadra, nonostante la classifica aveva fatto dei buoni risultati. Hanno trovato l’1-0 su una mezza distrazione e anche un po’ a causa del campo scivoloso e la partita si è messa subito in salita, però siamo stati bravi a mantenere la calma e cercare di giocare e alla fine abbiamo portato a casa la vittoria che penso sia meritato perché abbiamo avuto varie occasioni di segnare altri gol, mentre loro non sono stati molto pericolosi. Ci prendiamo questa vittoria, che è la terza di fila in casa e ci dà tre punti importanti. I ragazzi sono stati bravi a lottare su ogni pallone perchè loro l’hanno messa molto sull’agonismo“.

Le difficoltà più grandi sono arrivate nel primo tempo, quando la difesa è stata messa continuamente sotto pressione da filtranti non facili da leggere: “L’atteggiamento della linea era giusto, perchè noi eravamo alti e compatti. Loro giocavano con un 4-3-1-2 e perciò avevano molta densità al centro e il loro trequartista trovava molto spazio. Noi invece nel primo tempo non abbiamo sfruttato lo spazio libero sulle fasce, cosa che invece abbiamo fatto molto bene nel secondo tempo con rapidi cambi di gioco che ci hanno permesso di destabilizzarli e questa secondo me è stata la chiave della partita“.

L’altra chiave è stata la reazione della squadra al gol subito: “Abbiamo avuto una reazione veemente, i ragazzi non ci stavano a perdere la partita. Devo dire che il Foggia ha approcciato la partita meglio di noi, ci ha messo in difficoltà ed è andato anche meritatamente in vantaggio. Noi non riuacivamo a fare il nostro gioco, poi è come se il gol ci avesse risvegliato e subito dal calcio d’inizio successivo siamo ripartiti creando occasioni in un crescendo fino al pari e al secondo tempo che ci ha fatto mettere la partita in sicurezza. La reazione della squadra quindi è da rimarcare“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in Giovanili

Segnala questo articolo via Email