Connect with us

News

Qui Spezia, Marino lancia la sfida: “Granata ostici ma noi pronti a tutto, Galabinov rinato”

Terza apparizione da allenatore all’Arechi per Pasquale Marino domani. Una l’ha persa, l’altra l’ha vinta. Col suo modo di giocare per nulla sparagnino, proverà a mettere comunque in difficoltà la Salernitana alla guida di uno Spezia tutto sommato fresco, visto che non ha giocato le ultime due giornate (rinvio della gara col Benevento e turno di riposo) nella settimana intensa in cui invece i granata hanno fatto 3 partite in sette giorni.

“Ad oggi non siamo ancora riusciti a sfruttare appieno il nostro organico a causa di diversi infortuni o ritardi nella condizione, tuttavia siamo cresciuti partita dopo partita ed i margini per migliorare ulteriormente sono ancora ampi; non ho mai visto un grande divario con i nostri avversari, anche nelle partite che ci hanno visto uscire sconfitti, dobbiamo solo continuare a lavorare e guadagnare fiducia nei nostri mezzi – le parole dell’ex trainer del Frosinone in conferenza stampa alla vigilia – Ci aspettano tante partite ravvicinate, ma il recupero nella sosta per le nazionali è senza dubbio una scelta che ci trova favorevoli, in quanto ci consentirà di non perdere il ritmo ed allo stesso tempo di non dover affrontare un turno infrasettimanale. Galabinov? Dopo le prime settimane di adattamento ora sta bene, è un altro calciatore rispetto all’inizio, un elemento importante per la nostra manovra offensiva, non solo in chiave realizzativa”.

Marino rispetta la Salernitana. “Squadra ostica, che non ha mai perso in casa e che può contare sull’apporto di un folto pubblico passionale, ma in campo andremo in undici contro undici e dovremo cercare di riproporre quanto provato in questi giorni, offrendo tutto quello che abbiamo; 3-4-1-2 o 3-5-2, vedremo come Colantuono deciderà di schierare la sua formazione, ma dal canto nostro cercheremo di farci trovare pronti a tutto”, il commento dell’allenatore bianconero prima di un passaggio sulla classifica… tutta ancora da scoprire: “Non ne parliamo, anche perchè tra recuperi e turni di riposo non è chiara; piuttosto pensiamo ad una partita alla volta, poi alla fine del girone d’andata potremo fare una prima valutazione.
Ci sono tante squadre che non hanno ancora espresso il proprio potenziale, altre invece stanno sorprendendo, il dato evidente è che non esistono gare facili e che bisogna cercare di portare a casa punti da ogni partita”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in News

Segnala questo articolo via Email