Connect with us

News

Soligo consiglia: “Di Gennaro? I calciatori di qualità vanno sempre schierati. Salernitana squadra tosta”

Capitano, bandiera, ultimo a mollare. Leader silenzioso, ma quando parlava faceva sempre pesare il suo pensiero. Evans Soligo è stata una bandiera della Salernitana, un grande capitano. Oggi Soligo ha appeso gli scarpini al chiodo, ma è comunque rimasto nel mondo del calcio. Soligo è un dirigente del Venezia, l’ultima a squadra a battere la Salernitana. Dopo l’impegno con i granata, poi, i veneti hanno giocato nel derby con il Cittadella, prossimo avversario della banda di Colantuono: “Attenzione, sono una squadra ormai consolidata in B – ammonisce Soligo ai microfoni di Radio Alfa – Ha sempre fatto bene negli ultimi anni e cavalcando quest’onda sta facendo un campionato importante. Ha entusiasmo, un’identità e non sarà facile per la Salernitana. Ho visto i granata contro di noi, sono una squadra quadrata e forte e la classifica lo dimostra. Sarà una bella partita tra due squadre che stanno bene, la Salernitana si è saputa riprendere bene dopo la sconfitta di Venezia battendo lo Spezia”. La gara con i liguri, però, è già un ricordo lontano e bisognerà aspettare fino al primo dicembre per ritornare in campo:  “Però la sosta può fare bene, perché la squadra può riprendere il fiato e riorganizzarsi per poi ripartire. Non si può fare a meno del riposo, spero che la Salernitana possa riprendere da dove ha finito”.

Contro il Cittadella ci sarà più scelta a centrocampo per Colantuono, che può contare su un Di Gennaro pienamente ristabilito. E se DiGe è al 100% “deve giocare”. Parola di Soligo: “Ovvio che devi bilanciare la qualità con la quantità, però quando ci sono giocatori importanti bisogna cercare di farli giocare tutti il più possibile. La B è molto livellata e quando si ha la possibilità di schierare giocatori importanti bisogna farlo per creare un gap con le altre squadre. Non mi rivedo in nessun giocatore della Salernitana di oggi, forse Odjer però lui è più forte di me fisicamente. Ha anche più irruenza, io ero più pulito e mi piaceva inserirmi”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in News

Segnala questo articolo via Email