Connect with us

News

“Senza te non so… stare”: dai tour de force ai buchi da tappare, com’è cambiata la B in pochi mesi

Dal campionato a tambur battente con 22 squadre e continui turni infrasettimanali, al torneo a 19 con un turno di riposo per ciascuna squadra in calendario e ben quattro soste per tutti in concomitanza con gli impegni delle Nazionali. Addio alle dichiarazioni ciclostilate del tipo “la Serie B è un campionato lungo e faticoso, serve una rosa lunga per dare fiato a tutti e reggere quarantadue partite”, spazio ai weekend da riempire con amichevoli e allenamenti per non far calare la tensione agonistica. C’è chi punta alla qualità – come il Perugia di Nesta che ha fatto visita al Bologna (1-1 a Casteldebole) o il Padova di Bisoli che si è recato addirittura in Francia per affrontare il Lens (2-1 per i transalpini) che milita attualmente in Ligue 2 – e chi invece alla quantità come la Salernitana (doppio test con la Primavera). Ma hanno optato per le sgambature contro i baby anche Lazio e Milan in Serie A, tanto per fare due esempi di spessore, e poi Ascoli, Brescia, Cosenza, Lecce, Spezia in B. Partita in famiglia per LivornoPalermo, niente amichevoli per Carpi, Crotone e Foggia. Hanno optato invece per avversari dilettanti il Cittadella (la Calidonense militante in Eccellenza), Verona (il Villafranca, serie D) e Pescara (Nerostellati Pratola, club di Eccellenza).

Seconda sosta stagionale in archivio, dunque, dopo quella dell’8 e 9 settembre. Il prossimo stop del campionato cadetto è previsto per il 17-18 novembre e sarà particolarmente fastidioso per la Salernitana, il cui calendario prevede il canonico turno di riposo nel weekend successivo, il 24. Dunque, considerando che i granata giocheranno il 10 novembre in casa con lo Spezia e poi il 1 dicembre a Cittadella, oltre venti giorni senza partite ufficiali in cui la società sta lavorando per cercare di fissare l’arcinota “amichevole di prestigio” con ingresso gratuito soltanto per chi ha sottoscritto l’abbonamento, a mo’ di risarcimento per le iniziali 19 partite previste in estate (a pagamento per gli altri). Lavori all’Arechi permettendo, visto che l’amministrazione comunale vorrebbe sfruttare proprio quel periodo di assenza di partite per iniziare il restyling dell’impianto cittadino in vista delle Universiadi. Volendo, ci sarebbe anche il mese di gennaio: la prima casalinga del 2019 sarà disputata il 26 gennaio contro il Lecce. si vedrà.

Tornando al discorso soste, per chiudere, la quarta e ultima pausa di campionato è fissata il 23-24 marzo. Relativamente libera la Pasqua (si gioca a Pasquetta, il 2 aprile in notturna a La Spezia), “occupato” il 1 maggio che vedrà l’ippocampo di scena a Foggia.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in News

Segnala questo articolo via Email