Connect with us

News

Report Cittadella, la penna avversaria: Diego Zilio de Il Mattino di Padova

Tre settimane per recuperare energie fondamentali in vista del rush di dicembre. La Salernitana torna in campo questo pomeriggio a Cittadella, la gara giusta per poter dimostrare di aver recuperato le forze e di voler puntare seriamente alle primissime posizioni. Di fronte la squadra di Venturato che fin qui ha fatto esattamente lo stesso cammino dei granata e che sta prendendo sempre più consapevolezza dei propri mezzi. Per presentare il match del Tombolato ne abbiamo parlato con il collega Dario Zilio de Il Mattino di Padova.

 

Salernitana e Cittadella hanno fin qui svolto lo stesso cammino e sono appaiate in classifica. Può essere un indizio per come si evolverà la gara?

Il Cittadella è una squadra che cerca sempre di imporre il proprio gioco. Venturato dice che la Salernitana sa fare tutto, sia aspettare e ripartite che fare gioco. Ha inoltre rimarcato il fatto che i granata sono una squadra molto fisica. Il Cittadella viene da una striscia positiva di sette gare, ci arriva bene a questa sfida ma non benissimo: mancherà Finotto che è il giocatore più importante. Poi c’è qualche problemino in difesa in quanto non ci sarà Benedetti e Drudi è infortunato. Inoltre anche Scaglia non è stato convocato. Il morale è alto anche se potrebbe esserlo di più“.

 

A tuo avviso è un vantaggio aver riposato per ben tre settimane?

La sosta di tre settimane è troppo lunga, è capitato lo stesso al Cittadella in occasione della precedente sosta per le nazionali. È come se una squadra dovesse rifare la preparazione e si rischia di perdere il ritmo. Nel caso del Cittadella si sono fatte delle amichevoli ma ciò non è stato visto di buon occhio dal momento che dovendo giocare con squadre di categorie inferiori si rischiano diversi infortuni. Spero che il numero dispari di squadre venga superato al più presto“.

 

Potrebbero esserci novità tattiche da parte di Venturato? Potrebbero influire alcune assenze tra le fila della Salernitana?

A livello tattico il Cittadella non cambia mai, l’impostazione è sempre quella con il centrocampo a rombo con Schenetti trequartista. L’ultima partita di Livorno ha colpito perché il Cittadella ha sofferto tanto, mentre contro il Venezia ha fatto una delle gare più belle di questo campionato. Inoltre nonostante tutti gli infortuni si siano concentrati in difesa, il mister ha dovuto cambiare gli interpreti ma la difesa ha retto. In casa Salernitana l’assenza di Di Gennaro pesa, ma la rosa ampia consente di interpretare la partita in modo diverso. Colantuono casca sempre bene e riesce a cambiare molto anche con moduli diversi“.

 

In classifica sono appaiate a 20 punti, con lo stesso numero di gare e lo stesso numero di gol fatti. Qual è quindi la differenza tra le due compagini?

Forse nell’atteggiamento e a livello tattico. Sono piazze diverse, Cittadella è atipica per la B e quest’anno ha fatto record di abbonati. Hai meno pressione e ti permette di lavorare meglio, di puntare sui giovani. Due nomi su tutti sono quelli di Kouamè e Varnier che in A stanno facendo bene. Questo non vuol dire che gli obiettivi non ci sono ma che la città è diversa dalle altre. La politica è sempre stata quella di puntare sui giovani. Questa estate la società ha cambiato 15 giocatori dalla rosa, prendendoli quasi tutti dalla C, e nessuno si immaginava una squadra così in alto in classifica. Molto è merito di Venturato ma anche del ds Marchetti che scova tanti giovani giocatori“.

 

Salernitana e Cittadella sono due squadre che vedremo così alte in classifica anche a fine campionato?

Metterci la mano sul fuoco è impossibile, tutte le squadre sono molto vicine. Per come le ho viste finora entrambe hanno i mezzi per stare lì. Tolto il Palermo, alcune hanno deluso e non vedo nessuna squadra schiacciasassi. Magari una delle due potrà portarsi più su, anche perché in B con qualche vittoria in più si sale velocemente“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in News

Segnala questo articolo via Email