Connect with us

News

Mini crisi Donnarumma, senza gol da tre partite: striscia peggiore…con la Salernitana!

A pasquetta con Donnarumma per cercare punti che renderebbero la matematica soltanto una formalità. Lunedì dopo Pasqua i granata tornano in campo, contro i più forti e il più forte del campionato. Dopo la straordinaria tripletta dell’andata, Alfredo Donnarumma affronta di nuovo il suo passato e, paradossalmente per un attaccante da 24 gol in campionato, lo fa nel suo momento peggiore.

Verona, poi Venezia, quindi Livorno. Nelle ultime tre partite il capocannoniere della B si è fermato, trovando la striscia più lunga in questo torneo senza festeggiare. L’ultimo gol Donnarumma lo ha segnato contro il Foggia il 30 marzo, ad aprile è ancora a secco. 245 minuti senza trovare la via del gol, un record negativo che il bomber di Torre Annunziata spera di interrompere proprio contro i granata. Mai nel corso di questo campionato Donnarumma è stato senza reti per così tanto tempo, le sue prodezze hanno issato il Brescia in testa alla classifica rendendolo, per il secondo anno consecutivo, uno dei giocatori migliori della categoria. Se non il più forte.

L’ultima volta che Donnarumma non ha segnato per più di tre partite consecutive è stata proprio con la maglia della Salernitana. Anche l’anno scorso a Empoli, infatti, la striscia di Alfredino si è fermata sempre a tre, anche se in più circostanze. Dopo il breve digiuno, sempre un gol per scacciare via la minicrisi. Ma quando Donnarumma vestiva il granata, i suoi numeri erano molto diversi.

Nelle ultime sei partite con il cavalluccio (contro Latina, Pro Vercelli, Bari, Frosinone, Carpi e Perugia) Donnarumma non ha segnato. Nella stagione 2016/2017, iniziata con Sannino e terminata con Bollini, la punta delle rondinelle ha segnato solo sei gol disputando interi spezzoni di campionato senza gioie. Già l’avvio non fu dei più semplici, con quattro gare senza marcature e poi la rete con il Trapani. Durante il campionato, poi, due blocchi da cinque gare senza gol: prima contro Entella, Pisa, Cittadella, Ternana e Latina per poi segnare alla Pro Vercelli, poi contro Spezia, Verona, Cesena, Trapani e Spal per sbloccarsi proprio contro il Brescia. Certamente a  Salerno Donnarumma non ha vissuto i momenti migliori della sua carriera, con tanta panchina e anche un equivoco tattico che lo ha fatto emigrare lontano dalla porta, addirittura sulla fascia. In tutto sono 71 presenze e 20 gol, pochissimi per un attaccante che da quando ha lasciato Salerno ha già segnato 47 volte.

Sono stati tanti gli errori di gestione dell’attaccante campano, lasciato andare via con troppa fretta e senza incassare nemmeno un euro. Due anni dopo Donnarumma ha monopolizzato il campionato di B a suon di gol e a prescindere dall’esito di questa stagione con ogni probabilità avrà la sua chance, meritata, in Serie A. Dopo la tripletta dell’andata è di nuovo Donnarumma contro la Salernitana. L’anno scorso con l’Empoli non riuscì a segnare, quest’anno ci proverà Migliorini a fermarlo per allungare la striscia di partite senza gol. Ma attenzione perché Alfredino è un calciatore diverso da quello ammirato all’Arechi, più maturo, più concentrato, più uomo squadra: l’assist a Tonali nella partita con il Venezia di due turni fa la fotografia perfetta, tacco illuminante per coniugare l’utile alla giocata di classe. E per chiudere una partita che si era fatta rognosa. Donnarumma punta alla A, la Salernitana uno degli ultimi ostacoli da saltare. Ma a pasquetta i granata proveranno a rovinare tutti i piani del Brescia, perché la salvezza è ancora da certificare e la tranquillità, soprattutto in Serie B, può sempre venire meno all’improvviso.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement
Advertisement

Altre news in News

Segnala questo articolo via Email