Connect with us

Serie B

UFFICIALE. Livorno, Breda è il nuovo allenatore: oggi il primo allenamento

AGGIORNAMENTO 7/11 ORE 12. L’A.S. Livorno Calcio comunica ufficialmente di aver di aver affidato l’incarico di allenatore della prima squadra a Roberto Breda. Mister Breda in passato ha allenato Perugia, Virtus Entella, Ternana e Latina. Il nuovo tecnico amaranto Roberto Breda sarà presentato alla stampa oggi Mercoledì 7 Novembre alle ore 13:15 al Centro Coni di Tirrenia.

 

AGGIORNAMENTO ORE 19 – É finita l’avventura di Cristiano Lucarelli sulla panchina del Livorno. Il tecnico ex Catania è stato esonerato dal club amaranto dopo 10 partite in cui sono arrivati 5 punti. Pesante anche il ko di mercoledì scorso a Salerno: al posto dell’ex attaccante potrebbe toccare a Roberto Breda guidare Diamanti e soci verso la salvezza. Conferme anche sul fronte societario: sono arrivate infatti le dimissioni del presidente Aldo Spinelli e dell’Amministratore Delegato Roberto Spinelli.

L’illusoria vittoria interna con l’Ascoli, poi il doppio ko ravvicinato contro Salernitana e Perugia che ha relegato la squadra in fondo alla classifica di B. In casa Livorno è crisi nera, tecnica ma anche societaria. Perché l’avventura della famiglia Spinelli sembrerebbe essere arrivata al capolinea. Almeno a detta di Aldo Spinelli, numero uno del club labronico: “Domani la mia famiglia esce dal mondo del calcio. Per sempre. Basta. Nominerò un commissario e poi lui con il sindaco Nogarin deciderà”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il figlio Roberto in un’infuocata intervista al quotidiano Il Tirreno: “L’avventura della famiglia Spinelli a Livorno finisce qua, sono stati vent’anni di gioie e dolori ma non siamo più in grado di andare avanti. Ha ragione mio padre quando dice che ci sentiamo presi in giro. A Livorno c’è gente che pensa solo a salvarsi il culo e a salvare lo stipendio. Oggi faremo un Cda qui a Genova, io e mio padre daremo le dimissioni e usciremo dal consiglio. Ma credo che farebbero bene a dare le dimissioni anche altri, come i due direttori sportivi. Perché se siamo lì in fondo alla classifica è colpa nostra ma anche loro. Altri due problemi del Livorno sono Protti e Mazzoni, che ci terranno tanto alla maglia del Livorno ma non mi sembra proprio siano d’aiuto. Protti esce solo quando si vince per prendere gli applausi, sennò resta zitto. Mazzoni fa il tifoso e invece dovrebbe parare un po’ di più. E poi basta con queste espulsioni assurde. Alla fine paga la società. Non c’è nessuna trattativa, ma in qualche modo dobbiamo trovare il modo di uscire. Parleremo anche di questo. Questa estate facemmo una riunione con Peiani e lui ci disse che avrebbe trovato una serie di imprenditori in grado di buttare 20mila euro. Sapete quanti ne ha trovati? Zero. Neanche uno. A Livorno tutti vogliono mettere bocca, tutti chiedono ma poi nessuno ci mette i soldi. Comunque ora basta, con il Livorno abbiamo chiuso”.  

Nel mirino anche il tecnico Cristiano Lucarelli: “Sarebbe facile tenerlo, ci parerebbe il culo dalla contestazione. S’è visto anche alla fine della partita con il Perugia: abbiamo perso ma non c’è stata contestazione. Perché i tifosi vogliono bene a Cristiano. In realtà se lui resterà è perché ci crediamo, ma anche lui ha commesso degli errori. Quando le cose non vanno, pagano sempre gli allenatori, però in questa situazione Cristiano mi sembra il meno colpevole”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in Serie B

Segnala questo articolo via Email