Connect with us

News

L’ex Murolo: “Allo Spezia feci ‘triplete’ ma Salerno è Salerno. Granata ai playoff? Lo spero, Vitale arma in più”

Fu tra gli eroi della Salernitana di Breda e, dopo il fallimento della società di Lombardi, lo stopper Michele Murolo passò allo Spezia, prossimo avversario della squadra di Colantuono. Intervenuto ai microfoni di Radio Alfa, il difensore in forza alla Carrarese, ha ricordato quella stagione maledetta: “Purtroppo il ricordo va sempre a quell’annata finita male sotto tutti gli aspetti. Lo spogliatoio però era fantastico, ancora oggi lo ricordo con affetto. Salernitana ai playoff? Lo spero con tutto il cuore, sono napoletano ma ho lasciato un pezzo di cuore a Salerno. Ho avuto il piacere di giocare con calciatori importanti come Merino, Montervino, era un altro calcio, un’altra Lega Pro dove ti confrontavi con giocatori di livello”.

Non poteva mancare un ricordo di Merino risalente ad un match perso con il Lumezzane“Eravamo sotto di un gol, Merino entrò con la consapevolezza di poter cambiare la partita. Sbaglia un paio di contropiedi e in un momento di rabbia mandò a quel paese Peccarisi. Poi li trovai negli spogliatoi a litigare ma in senso buono”. Tornando al presente, Murolo ha presentato il match di sabato tra Salernitana e Spezia:“Sono due squadre in salute. Lo Spezia come ogni anno punta ad un campionato di vertice ma anche la Salernitana sta facendo bene, spero che possa portare a casa l’intera posta in palio. Ho vinto il triplete allo Spezia, campionato, Coppa Italia di C e Supercoppa. Lì ho giocato, sono stato bene ma da quell’esperienza non porto niente di bello. A Salerno invece trovai una famiglia”.

Infine una considerazione su Vitale, compagno di squadra di Murolo alla Juve Stabia: “Gigi ha fatto delle esperienze importanti a Napoli, Terni, Castellammare. É difficile trovare un terzino come lui, mi dispiace per questo suo momento buio ma ha un piede che potrebbe essere l’arma vincente per la Salernitana”. Il presente del calciatore classe 1983 si chiama Carrarese in Serie C ma deve fare i conti con un brutto infortunio: “Mi sono rotto il ginocchio due mesi fa ma non mollo e voglio tornare presto in campo. Siamo terzi in classifica, la società vuole vincere il campionato”.

 

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in News

Segnala questo articolo via Email