Connect with us

News

Djuric a secco, avvio mai così difficoltoso: il bosniaco atteso alla svolta, società e tecnico fiduciosi

Dieci presenze, zero gol. Che Milan Djuric non fosse un bomber d’area di rigore era cosa nota ma al contempo è palese che la sua avventura con la maglia della Salernitana sia iniziata con qualche difficoltà di troppo. Eppure, contagiato dall’euforia generale del precampionato, anche il gigante bosniaco aveva alzato la sua personalissima asticella: “Vorrei arrivare in doppia cifra”. Per il momento è ancora fermo al palo, ma (si spera) avrà tempo e modo di rifarsi. La società e Colantuono continuano a nutrire grande fiducia in Djuric, anche per tutelare l’importante investimento effettuato in estate per strapparlo agli inglesi del Bristol. Di certo l’ex Cesena dovrà dare una scossa alle proprie prestazioni e non solo in termini realizzativi: mai in carriera aveva registrato così tante difficoltà ad inizio stagione.

Nel 2007/2008, neanche maggiorenne, la prima rete italiana al Frosinone alla 17esima giornata. Curiosamente Djuric si ripeté anche al ritorno contro i ciociari. Nel 2008/2009, sempre comprimario, realizzò al Ravenna il primo gol stagionale col Cesena alla 19esima giornata. Alla prima vera stagione da protagonista nel 2009/2010 col Cesena il primo gol arrivò alla terza contro il Cittadella. Nel 2010/2011 la prima gioia con l’Ascoli alla sesta contro il Portogruaro. A gennaio il passaggio al Crotone, prime reti alla 33esima con la doppietta all’Empoli. Attesa lunga nel 2011/2012 a Crotone. Djuric si sblocca alla decima contro il Gubbio, il secondo centro la settimana successiva all’Albinoleffe e poi il digiuno. Nel 2012/2013 in C a Cremona gol alla prima giornata contro il Lecce. Nel 2013/2014 la miglior partenza di Djuric a Trapani. Addirittura tre timbri in una settimana (due alla Reggina al quarto turno, uno al Modena al quinto) prima del progressivo calo e del trasferimento a Cittadella a gennaio con cui si sbloccò soltanto a maggio con la doppietta al Varese. Nel 2014/2015 in Serie A Djuric timbrò il cartellino due volte, la prima il 9 novembre nella sconfitta contro il Chievo di Maran all’undicesima tornata. Il bosniaco però aveva saltato quattro gare e disputato soltanto spezzoni in tre circostanze. Anche nel 2015/2016 la prima rete di Djuric arrivò a ottobre, il 19, nel rotondo successo con lo Spezia per 5-1 all’ottava giornata. In quell’annata, però, Djuric partì dalle retrovie in quanto Drago gli preferiva inizialmente Rosseti. Nel 2016/2017 gol alla seconda giornata in Cesena-Carpi. A gennaio il trasferimento al Bristol, subito un assist alla prima presenza contro il Cardiff. La rete, decisiva, arrivò alla quarta uscita nel successo di misura contro il Roterham. Lo scorso anno (torneo 2017/2018) il primo gol arrivò il 28 ottobre alla quattordicesima giornata contro il Sunderland ma alla prima presenza dopo un lungo stop per infortunio.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in News

Segnala questo articolo via Email