Connect with us

News

DG Cittadella Marchetti a R.Alfa: “Salernitana può essere mina vagante. Jallow è una seconda punta”

Finalmente si ritorna in campo, finalmente la Salernitana sabato deve giocare. Un weekend di pausa, uno di riposo con la B che intanto scorreva. E che ha dato altri segnali importanti. La Salernitana arriva al Tombolato a giocare un vero e proprio scontro playoff, il Cittadella è a 20 come i granata e in casa viaggia a vele spiegate. Ormai non è più una sorpresa la squadra di Venturato, da tre anni i veneti sono una big del torneo: “Anche se il nostro obiettivo è dare fastidio alle grandi – ha detto sorridendo Stefano Marchetti, il direttore generale del Cittadella ai microfoni di Radio Alfa – Siamo una squadra che prova a proporre un calcio importante e ci stiamo riuscendo, sarebbe bello continuare”. Sfida di alta classifica sabato, con i granata che proveranno anche a rompere un tabù. Nella propria storia, infatti, i granata non hanno mai vinto al Tombolato: “Spero possa essere di buon auspicio, ma credo che la Salernitana sia una delle squadre meglio attrezzate del campionato. Conosco molto bene il roster perché ho avuto dei calciatori in passato, anche la Salernitana come noi può essere una mina vagante”

Queste due squadre hanno in comune, oltre ai 20 punti in classifica, la particolarità di aver usufruito del turno di riposo subito dopo la sosta delle nazionali: “Infatti anche noi siamo stati fermi 20 giorni. Posso dire che tra i calciatori c’è tanta voglia di giocare e quindi vanno in campo con un entusiasmo diverso. I giocatori della Salernitana avranno gran voglia di mettersi in evidenza, sono calciatori forti. È una squadra rognosa, dietro ci sono giocatori spigolosi e quindi non sarà facile. Davanti ci sono Jallow e Djuric che ho avuto io, aggiungiamoci Bocalon: sono tutte punte che possono mettere in difficoltà qualsiasi difesa. Mi aspetto una partita dura ma bella da giocare, a me queste sfide piacciono molto”.

Marchetti pescò Jallow dalla Primavera del Chievo, è proprio al Cittadella che il gambiano ha vissuto la prima vera stagione da professionista: “Quando l’ho visto giocava esterno nella Primavera del Chievo e lo abbiamo impostato noi come attaccante perché ha gamba e velocità e negli spazi può far male. Io credo che il suo ruolo sia seconda punta dietro un vero centravanti, da noi agiva alle spalle di Litteri e ha fatto molto molto bene. Magari non è un grandissimo goleador però è un calciatore che crea e quando butti la palla nello spazio lui la va a prendere. Ha l’assist, ha il gol perché a Cesena li ha fatti: sta maturando, può esplodere da un momento all’altro”.

Nel Cittadella non ci sarà Finotto, che con 5 reti è il massimo marcatore stagionale. L’attaccante è stato espulso contro il Livorno e squalificato per tre giornate: “Ma faremo ricorso, per me me era eccessivo anche il rosso. Tre giornate sono devastanti per un calciatore che era in un momento di forma strepitosa e veniva da una tripletta. Ma sono sicuro che chi lo sostituirà metterà in campo le stesse qualità, al Cittadella è il modo di ragionare a fare la differenza e non il singolo. Dispiace non aver Finotto, però non guardo mai  a chi manca ma solo a chi va in campo e sono sicuro che sabato faremo il massimo. È anche l’occasione di vedere se chi gioca meno è all’altezza perché la Salernitana è veramente forte. Noi giochiamo un calcio molto offensivo e in casa le squadre che si chiudono e ripartono negli spazi possono far male. Bisogna trovare subito il gol e stare molto attenti, Bocalon e Jallow se gli lasci campo possono essere molto pericolosi”.

Dopo tredici giornate di campionato è già tempo di fare bilanci, ma è comunque difficile indicare chi è favorita ai due posti che promuovono direttamente in A: “Inizialmente tutti indicano le retrocesse come favorite più il Palermo che è una corazzata. Ma la B è bella perché ci sono tante sorprese, ogni partita è imprevedibile non come la Serie A che è scontata. La sorpresa c’è sempre, mi auguro che il Cittadella possa esserlo come l’anno scorso”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in News

Segnala questo articolo via Email